FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3884046
Home » Ricerca » CNR, salario accessorio e benefici assistenziali

CNR, salario accessorio e benefici assistenziali

Resoconto dell'incontro del 25 luglio. Ancora stallo per l'attribuzione dell'indennità di responsabilità, l'Ente non valida l'operato dei Direttori/Dirigenti. Via libera all'assegnazione delle borse di studio per i figli dei dipendenti

04/08/2011
Decrease text size Increase  text size

Il 25 luglio si è tenuto l’incontro con l’Amministrazione con all’o.d.g. gli argomenti indicati di seguito.

L’Amministrazione ha convocato, i sindacati maggiormente rappresentativi presenti al CNR, su un unico tavolo di trattativa. Al tavolo erano presenti oltre alla FLC CGIL, l’ANPRI e la FIR CISL. Non erano presenti la UIL RUA e l'USI RdB. Il Direttore Generale ha informato che, seppure con modalità diverse, avevano presentato richiesta di tavolo separato.
La FLC CGIL ha accolto con favore la convocazione della riunione su un unico tavolo che fa seguito alle reiterate richieste presentate, volte ad evitare frammentazioni che danneggiano le lavoratrici e i lavoratori dell’Ente. La FLC CGIL è convinta che le diverse, legittime posizioni possono essere perorate anche su un unico tavolo di trattativa, sul quale è certamente possibile trovare forme di mediazione alle quali, chi vuole tavoli separati, evidentemente rinuncia a priori in una sorta di voglia di distinzione che, forse, può avere qualche effetto elettorale, ma certo non di salvaguardia dei lavoratori.

O.d.G. della riunione:

  • Salario accessorio: Indennità di Responsabilità 2008-2009-2010
  • Benefici assistenziali: borse di studio per i figli dei dipendenti:
    - anni accademici 2007/2008 - 2008/2009
    - anni scolastici 2008/2009 - 2009/2010

In apertura della riunione l'Amministrazione ha informato che, avendo assunto il parere del CdA, già ai primi di settembre sarà avviata la discussione per la definizione del nuovo CCNI. A breve sarà sottoposta alle OO.SS. un’ipotesi di accordo per l’applicazione degli artt.8 e 9 CCNL 7/4/2006 e art. 16 II Biennio Economico CCNL 13/5/2009 “anticipo di fascia per il personale inquadrato nei livelli I-III”
La FLC ha rinnovato la richiesta, avanzata più volte all’Amministrazione, di “sanare” alcune questioni ancora aperte riguardanti il personale. In particolare l’attribuzione delle indennità dovute ai dipendenti INSEAN, ente di ricerca soppresso dal D.L. 78/10, transitati al CNR e la definizione delle indennità dovute ai dipendenti che prestano servizio all’estero, in particolare a Grenoble. L’Amministrazione ha comunicato che, per le indennità dovute ai dipendenti all’estero, l’ufficio competente a breve concluderà l’istruttoria e metterà in pagamento il dovuto. Invece delle indennità spettanti ai dipendenti dell’INSEAN, quelle equivalenti a quelle già attive nell’Ente presto saranno messe in pagamento, mentre per altre sarà possibile esaminarle nel contesto del nuovo CCNI. La FLC CGIL ha inoltre chiesto
all’Amministrazione, di completare l’iter con la sottoscrizione definitiva dell’accordo, già siglato a luglio 2010, per l’applicazione dell’art. 15 con decorrenza 1 gennaio 2009 epubblicare rapidamente il bando di concorso. Inoltre tenuto anche conto che le commissioni per l’applicazione dell’art. 15 con decorrenza 1 gennaio 2007 stanno completando le proprie attività, la FLC CGIL si riserva di esprimere proprie valutazioni a conclusione dei loro lavori.

Per quel che riguarda l’o.d.g. della riunione, relativamente al primo punto la FLC CGIL ha espresso forte disappunto per non avere avuto la documentazione completa, come richiesto nel corso dell’incontro del 14 giugno (cfr comunicato al personale). Infatti è stato dato accesso solo alla documentazione riferita alle proposte di attribuzione delle indennità giudicate negative, avendo cosi un quadro parziale dei motivi di esclusione. Inoltre la FLC CGIL ha fatto presente che dalla documentazione visionata, mancano le richieste per alcune strutture per le quali si è tenuto il previsto incontro di trattativa tra la RSU competente e il Direttore/Dirigente.

Sulla questione Indennità di Responsabilità la FLC CGIL da attribuire ai dipendenti dell’Ente ritiene che l’operato delle RSU e delle OO.SS. territoriali nell’esame delle proposte presentate dai Direttori/Dirigenti sia stato adeguato avendo tenuto conto anche delle situazioni lavorative/organizzative locali. Ritiene altresì, non più accettabile che la mancanza di un’organizzazione del lavoro “certificata” debba costituire un danno per le lavoratrici e i lavoratori dell’Ente.

Pertanto la FLC CGIL ha chiesto che tutte le proposte per l’attribuzione dell’Indennità di Responsabilità presentate vengano accettate e che sia verificato l’operato dei Direttori/Dirigenti ai quali si chieda di risponderne in solido, nei casi in cui sono state presentate proposte improprie, errate o perché non è stata predisposta l’organizzazione del lavoro nella struttura da loro diretta.
Sulla base di quanto discusso l’Amministrazione ha proposto di richiedere ai Direttori/Dirigenti un’integrazione della documentazione totale o parziale di quella a suo tempo presentata entro la metà di settembre.

Sul punto 2 all’o.d.g. “Borse di studio per i figli dei dipendenti” l'Amministrazione ha confermato, come chiesto dalla FLC CGIL nel corso della riunione del 14 giugno us., vista la disponibilità del fondo, pari a € 450.000,00 la volontà di bandire per ogni anno di riferimento borse di studio con gli stessi importi dell’anno precedente, ovvero: 356 borse di studio di € 250 per la Scuola media inferiore, 512 borse di studio di € 350 per la Scuola media superiore e 260 borse di studio di € 700 per l’Università. Probabilmente quanto disponibile sul fondo potrà non essere sufficiente ad accogliere tutte le domande, in proposito la FLC CGIL ha proposto di attingere dal fondo accantonato per la polizza sanitaria, cosa, che secondo il DG potrebbe essere possibile dal 2012. La FLC CGIL ritiene che sia quantomeno curioso che solo per il personale l’Amministrazione non trovi fondi sufficienti, mentre è sempre in grado di trovarli per affidare consulenze, anche a pensionati dell’Ente, e attribuire ulteriori indennità a dirigenti!

Altre notizie da: