FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3952307
Home » Ricerca » CNR: qualcosa si muove per il personale strutturato. Per i precari nulla

CNR: qualcosa si muove per il personale strutturato. Per i precari nulla

La FLC CGIL ha sollecitato l’Ente a riconsiderare le graduatorie di Bandi pubblici in scadenza per assumere eventuali precari in posizione utile.

01/08/2019
Decrease text size Increase  text size

Anche quest’anno, come nella più consolidata consuetudine del CNR, in piena estate, facendo seguito alla Riorganizzazione dell’Amministrazione Centrale deliberata dal CdA nei giorni scorsi, sul sito sono state pubblicate le call per individuare i responsabili dei 9 Uffici Dirigenziali e delle 15 Unità non Dirigenziali. La FLC CGIL ha espresso, sia al Tavolo di Confronto sia nei Comunicati, forti perplessità sulla proposta di riorganizzazione. Convintamente riteniamo che ancora una volta l’Ente abbia perso l’occasione di “disegnare” un’Amministrazione Centrale finalizzata prioritariamente a svolgere il ruolo di supporto alla Rete Scientifica, unico “core” dell’Ente, facendo prevalere piuttosto logiche legate alle dinamiche interne della sede Centrale.

Sono evidenti nei 24 avvisi difformità, alcuni puntuali e specifici, altri più generalisti. Temiamo che ancora una volta, come sempre più spesso sta accadendo, il vero requisito non sia la competenza, lo spessore scientifico e manageriale, la capacità di tutelare e valorizzare la peculiarità della Ricerca Scientifica, ma altro.     

Stabilizzazioni

In occasione del presidio che la FLC CGIL con i PU avevano organizzato al CNR in concomitanza del CdA del 27 maggio us. il Presidente, il Direttore Generale e la Direttrice del Personale si sono impegnati ad assumere un protocollo “politico” che impegnasse l’Ente a completare le procedure di stabilizzazione nei tempi previsti dal D.Lgs 75/17 nel caso il Governo assegni ulteriori risorse. I Vertici del CNR ad oggi, a due mesi di distanza, non hanno ancora onorato l’impegno che si erano assunti. Nutriamo forti dubbi in proposito. Auspichiamo di essere smentiti.

Vista la recente delibera del CdA che utilizza le graduatorie in scadenza per dare una prima risposta al problema del sottoinquadramento, la FLC CGIL in analogia, ha sollecitato l’Ente a riconsiderare le graduatorie di Bandi pubblici in scadenza per assumere eventuali precari in posizione utile.

Applicazione art. 8 CCNL 2002/05 - Anticipo di fascia per R&T

Il 30 luglio è stata siglata l’intesa per l’applicazione dell’Art. 8 CCNL 2002/2005 che prevede la riduzione fino al 50% della permanenza nella fascia stipendiale in godimento per i R&T per quattro annualità, 2019-2022. Il Fondo a disposizione per il finanziamento degli anticipi di fascia per i R&T inquadrati nei tre livelli è pari a 358.969,00€/annui. Le risorse saranno allocate, tra i diversi profili e livelli, in misura proporzionale al numero dei potenziali aventi diritto, per ciascuna area dipartimentale e per l’amministrazione centrale. Stante che nei quattro anni 2015-2018 l’istituto contrattuale non è stato applicato, l’Amministrazione si impegna a individuare le risorse aggiuntive per incrementare la quota già destinata per i quattro anni di riferimento dell’Intesa. Dovrà essere sottoscritto un nuovo accordo per definire i criteri di ripartizione delle ulteriori risorse che saranno individuate.

Per ciascun anno di riferimento il personale avente diritto sono i R&T che abbiano, nell’anno di applicazione, maturato almeno il 50% di permanenza nella fascia. L’Intesa siglata tra l’Amministrazione e le OO.SS. dovrà essere deliberata dal CdA CNR quindi, nelle more di acquisire i pareri dai Ministeri competenti, l’Ente potrà avviare le procedure concorsuali, presumibilmente a settembre.

Per le procedure di selezione saranno costituite 9 commissioni esaminatrici di esperti interni all’Ente, 7, una per ogni area dipartimentale, per il profilo da Ricercatore III livello e per 1° Ricercatore II livello, una commissione per i Dirigenti di Ricerca e una commissione per il profilo Tecnologi.Ciascuna commissione predisporrà una distinta graduatoria di merito per specifico livello, 18 graduatorie complessive.

Le graduatorie di merito saranno formulate in base ai titoli presentati dal candidato, maturati nei 10 anni precedenti l’annualità di riferimento, in particolare:

  • valorizzazione della professionalità acquisita per l’attività svolta nell’Ente, maturata anche con contratti TD, presso Enti accorpati ovvero negli Enti di provenienza in caso di mobilità
  • Incarichi e responsabilità
  • Riconoscimenti scientifici e premi
  • Lavori, produzione scientifica, brevetti
  • Relazione in autocertificazione a verifica dell’attività svolta nel triennio precedente al 1° gennaio dell’anno di riferimento.

Fondo salario accessorio 2018 -2019 per i livelli I – VIII

Il CNR, nella seduta del CdA del 24 giugno, ha approvato la costituzione dei Fondi per la contrattazione integrativa per gli anni 2018 e 2019. L’ammontare è pari a:

ANNO

2018

2019

FONDO SALARIO ACCESSORIO LIVELLI I - III

10.713.772

13.243.202

FONDO SALARIO ACCESSORIO LIVELLI IV - VIII

29.803.306

32.719.028

Tale atto è necessario, tra l’altro, per l’avvio della procedura per l’applicazione dell’art. 53 del CCNL 1998/01.

CCNI 2010- 2017 per tutto il personale dell’ente

Nei giorni scorsi l’Amministrazione ha risposto alle osservazioni della Funzione Pubblica sollevate in merito alla legittimità dei CCNI relativi agli anni 2010-2017 per il personale R&T e T&A siglati a settembre 2018.  La FLC CGIL auspica che le risposte alle osservazioni siano accolte dalla FP in tempi brevi. Ciò consentirebbe all’Ente, già con lo stipendio del mese di settembre, di mettere in pagamento gli arretrati del salario accessorio tanto attesi e di avviare le procedure per l’attribuzione dell’indennità di responsabilità per il personale T&A.

Fondo incentivazione, indennità per posizioni di responsabilità

Il 30 luglio l’Amministrazione ha convocato i sindacati per avviare un primo confronto sulla definizione di criteri per l’erogazione delle Indennità per posizioni di responsabilità.  L’istituto contrattuale che consente, dai proventi di attività commerciali, di individuare le risorse necessarie alla costituzione di un fondo di incentivazione, previa concertazione con le organizzazioni sindacali è l’art. 19 del CCNL 2002/05.  Le risorse così individuate potranno essere utilizzate per finanziare le indennità per posizioni di responsabilità da attribuire oltre che ai responsabili delle Unità non Dirigenziali neocostituite, ai RUOS, ai Segretari Amministrativi, ai Responsabili delle Aree della Ricerca ed eventualmente ad altre posizioni con incarichi di responsabilità.  Il confronto per la definizione complessiva sia del Fondo sia dei criteri per l’attribuzione delle Indennità proseguirà dopo la pausa estiva.

Valorizzazione professionale per R&T

L’Amministrazione ha confermato che sta procedendo con l’utilizzo delle graduatorie dei Bandi 367.XX per 25 Dirigenti di Ricerca e per 42 Primi Ricercatori. I provvedimenti relativi al primo scorrimento di dette graduatorie saranno pubblicati entro il prossimo 9 agosto. La presa di servizio degli idonei è prevista per il mese di settembre. Ha altresì confermato che a dicembre sarà effettuato un ulteriore scorrimento di dette graduatorie utilizzando le ulteriori risorse stanziate, pari al costo di una unità di personale per ciascuna delle 50 graduatorie. Purtroppo, una analoga operazione non è direttamente applicabile agli idonei nelle graduatorie relative all’Art. 15 (Bandi 364.143-6) in quanto, l’istituto contrattuale a cui fanno riferimenti i Bandi, non ne prevede lo scorrimento.

Da troppo tempo i R&T del CNR rappresentano il fanalino di coda rispetto agli altri EPR per le opportunità di valorizzazione professionale ed è auspicabile che l’Ente non faccia solo promesse, ma atti concreti. La FLC CGIL ha sollecitato l’Ente a destinare importanti risorse all’applicazione dell’art. 15 del CCNL 2002/05. Tuttavia l’esperienza di questi anni ha evidenziato che i limiti per un giusto riconoscimento dell’attività svolta non sono ascrivibili unicamente alla carenza di risorse finanziarie adeguate. È oramai necessaria una profonda revisione delle norme per la valorizzazione professionale di R&T che diano certezze e rispetto dei tempi. La FLC CGIL ricorda che l’Art.69 del CCNI 2016/18 ha previsto la costituzione della Commissione paritetica per la revisione dell’ordinamento professionale, istituita presso l’Aran, e auspica quindi che, con il coinvolgimento attivo di R&T, la Commissione possa individuare soluzioni alla problematica oramai diventata insostenibile.

Art. 53 CCNL 1998-01 – Gradone economico per T&A

Il 24 luglio, solo con qualche anno di ritardo, è stata siglata dai sindacati e l’Amministrazione l’intesa relativa all’ipotesi d’accordo stralcio per l’avvio della procedura selettiva per l’attribuzione, ai sensi dell’Art.53 CCNL 1998-01, di complessivi 700 gradoni economici riguardanti il personale inquadrato nel livello apicale del profilo di appartenenza. L’applicazione dell’Istituto contrattuale avrà la decorrenza giuridica ed economica al 1° gennaio 2019.

Saranno ammessi alla selezione i dipendenti, tecnici e amministrativi, con contratto a tempo indeterminato in servizio alla data di presentazione della domanda, con almeno 4 anni di anzianità nel livello apicale, ovvero nel gradone in godimento, maturati alla data del 1° gennaio 2019.

I titoli valutabili sono quelli acquisiti dai dipendenti successivamente alla data del 31 dicembre 2008.

Ai fini del calcolo del requisito dei 4 anni di anzianità è previsto il riconoscimento del 20% dell’anzianità eccedente come previsto dall’Art.7 C.2 del CCNL 7 aprile 2006. Sarà valutata l’anzianità di servizio maturata complessivamente anche con contratto TD.

L’amministrazione, nelle more di acquisire i pareri dai Ministeri competenti, predisporrà il Bando di concorso, che presumibilmente sarà pubblicato sul sito CNR con l’avviso in G.U. il 9 agosto. Le domande di partecipazione, con la procedura online, potranno essere presentate entro il 16 settembre.

La FLC CGIL sarà a disposizione delle lavoratrici e dei lavoratori interessati per un adeguato supporto nella presentazione della domanda nonché per la verifica del possesso del requisito di anzianità.

Nella tabella la ripartizione, per profilo e per livello, delle maggiorazioni economiche da bandire:

PROFILO

LIVELLO

UdP Aventi Diritto

N. Posizioni

GRADONE

per 13 mensilità

FUNZIONARIO AMMINISTRAZIONE

IV

80

52

92,17

COLLABORATORE AMMINISTRAZIONE

V

186

121

80,05

OPERATORE AMMINISTRAZIONE

VII

39

27

70,12

CTER

IV

558

363

92,17

OPERATORE TECNICO

VI

208

137

68,98

TOTALE

1.071

700

1.018.753

Sottoinquadrati

Il CdA del 24 luglio ha deliberato lo scorrimento delle graduatorie, prossime alla scadenza, dove in posizione utile è presente un dipendente con contratto a tempo indeterminato inquadrato nei livelli inferiori. Prendiamo atto positivamente della volontà dell’Ente di valorizzare le professionalità di lavoratrici e lavoratori, consentendo loro di poter essere inquadrati nei profili coerenti con l’attività svolta.  La delibera assunta dal CdA prende in considerazione solo le graduatorie dei profili di Tecnologo, CTER e Funzionario di Amministrazione per complessive 30 posizioni, rispettivamente 12 per Tecnologo, 7 per FA, e 11 per CTER.

L’Amministrazione ha ribadito che per il profilo di Ricercatore, che ad oggi non è stato considerato per lo scorrimento, intende utilizzare lo strumento previsto dall’art. 22 C. 15 del DLgs 75/2017, che consentirà, nel triennio 2018-2020, la valorizzazione delle competenze maturate con l’inquadramento al terzo livello, mediante una selezione riservata a quei dipendenti a tempo indeterminato che svolgono attività di Ricercatore e che sono inquadrati in profili inferiori. Come già anticipato nel Comunicato FLC CGIL dell’11 giugno, le procedure concorsuali riservate saranno per titoli e colloqui. Eventuali idoneità conseguite in procedure concorsuali saranno valorizzate. Bandi riservati saranno altresì previsti anche per i profili Tecnologo, FA e CTER. Al fine di supportare e tutelare il personale la FLC CGIL sarà a disposizione delle lavoratrici e dei lavoratori interessati a tali procedure.

Altre notizie da: