FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3927587
Home » Ricerca » CNR: Piano di Gestione Preliminare, l’Ente e e il suo personale meritano di più

CNR: Piano di Gestione Preliminare, l’Ente e e il suo personale meritano di più

Ancora una volta la dirigenza dell’Ente dimostra la sua totale inadeguatezza, la sua totale mancanza di visione di lungo periodo.

09/11/2015
Decrease text size Increase  text size

 Il 3 novembre, al CNR in Aula Convegni, si è tenuto un incontro tecnico, trasmesso in streaming, dove sono state descritte le modalità di compilazione dei Piani di Gestione Preliminari.

Nel corso dell’incontro sono state illustrate le novità che riguardano le procedure amministrative in tema di contabilità e di bilancio dell’Ente che, inevitabilmente, incidono sull’attività di ricerca e, di conseguenza, sulla programmazione scientifica.

Molte delle perplessità sollevate dai partecipanti non hanno trovato risposte adeguate e netta è stata l’impressione di una impostazione non completamente definita.

D’altro canto, l’Amministrazione sta cercando di rimodellare le attività dell’Ente basandosi su una bozza di Regolamento di Contabilità e Finanza, non approvato dal CdA e pertanto non ancora in vigore. Sulle bozze, che sono circolate, sono state evidenziate forti criticità cosi pure sul Regolamento di Organizzazione e Funzionamento in via di revisione, a tutt’oggi in larga parte non applicato.

Ancora una volta, la dirigenza dell’Ente, a partire dal Direttore Generale, dimostra la sua totale inadeguatezza, la sua totale mancanza di visione di lungo periodo. E’ giunto il tempo di porvi rimedio!

Come già denunciato dalla FLC CGIL, con l’introduzione di nuove procedure amministrative l’Ente vuole portare avanti, in pochi giorni, una modifica sostanziale del sistema organizzativo della ricerca in modo confuso, ma soprattutto senza un reale confronto che coinvolga in modo trasparente tutti i soggetti che sono parte attiva e fondamentale del sistema, cioè il personale di ricerca.

Pertanto, pur comprendendo l’esigenza di mettere ordine nella contabilità dell’Ente e di presentare il bilancio preventivo 2016, la FLC CGIL chiede:

  • di sospendere ora questo processo gattopardesco;
  • di consentire la compilazione dei Piani di Gestione alla stregua degli anni precedenti;
  • di avviare un confronto serio e costruttivo per discutere del tema.

La FLC CGIL diffida l’Amministrazione a continuare azioni amministrative in assenza della preventiva approvazione del nuovo Regolamento, in assenza del dovuto coinvolgimento del personale.

Altre notizie da: