FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3963393
Home » Ricerca » CNR: importante vittoria sul fronte stabilizzazioni

CNR: importante vittoria sul fronte stabilizzazioni

Dichiarato il diritto ad essere stabilizzata in via prioritaria di una ricercatrice precaria dell'Ente.

02/11/2021
Decrease text size Increase  text size

Il Tribunale di Palermo, con sentenza del 22 ottobre 2021, ha accolto il ricorso di una ricercatrice di III livello del CNR che, patrocinata dall’Avv. Francesco Americo della FLC CGIL Nazionale e Regionale del Lazio, chiedeva l’accertamento del suo diritto di partecipare alla procedura di stabilizzazione bandita dall’Ente di ricerca.

La lavoratrice lamentava l’esclusione dalla procedura di stabilizzazione disposta dal CNR in quanto in possesso di un contratto a tempo determinato successivamente alla data del 31.12.2017.

Dopo aver esaminato le norme poste alla base della procedura di stabilizzazione nonché le circolari applicative (in particolare la circolare n. 3 del novembre 2017 con una motivazione perfettamente aderente ai principi sanciti dalla normativa, il Tribunale di Palermo ha ritenuto dirimente ai fini della decisione l’interpretazione della fonte primaria di cui al D. Lgs. 75/2017 che prevede che i candidati debbano aver maturato 3 anni di anzianità di servizio nel periodo 2010-2017 e, in aggiunta, che i candidati possano vantare almeno un giorno di contratto a tempo determinato dopo il 28.08.2015.

Pertanto, ha affermato il diritto della lavoratrice a vedersi riconosciuta la validità del contratto di lavoro a tempo determinato stipulato con l’Ente di ricerca, nonché la validità della domanda inoltrata, con condanna del CNR a provvedere all’assunzione in via prioritaria della ricorrente con contratto a tempo indeterminato.

La FLC CGIL, da sempre dalla parte dei lavoratori e delle lavoratrici, continua la battaglia per la tutela dei loro diritti, anche nelle sedi giurisdizionali.

Altre notizie da: