FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3953014
Home » Ricerca » CNR: il salario accessorio deve essere corrisposto!

CNR: il salario accessorio deve essere corrisposto!

Tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori hanno diritto a percepire il salario accessorio dovuto e non corrisposto dal 2010.

07/10/2019
Decrease text size Increase  text size

Ci sono voluti anni al CNR per siglare i quattro CCNI (livelli I‐ III e livelli IV‐ VIII) relativi agli anni 2010-2017, mesi di estenuante trattativa. Ulteriori 6 mesi sono passati, dalla sigla degli Accordi, in attesa che il CdA li deliberasse acquisendo il parere positivo del Collegio dei Revisori dei Conti. Infine da 6 mesi va avanti il tira e molla dell’Ente con i ministeri competenti, MEF e FP, per il dovuto parere. E, nonostante l’Amministrazione ci rassicurasse circa l’esito positivo della procedura di controllo ministeriale, nei giorni scorsi, allo scadere dei termini, il MEF e FP hanno sospeso la procedura di controllo fintanto che il CNR non fornirà tutti i chiarimenti richiesti.

Tutto ciò è inaccettabile! Dov’era il CNR? Perché non ha difeso con convinzione gli accordi siglati con i sindacati a settembre 2018 e deliberati dal CdA a marzo 2019?

Se è inaccettabile l’ingresso a gamba tesa da parte di taluni dirigenti ministeriali, è però altrettanto inaccettabile che il CNR, il più grande Ente di Ricerca pubblica italiana, debba “sottostare” in silenzio a tali incursioni che, celandosi dietro cavilli burocratici, non riconoscono la specificità della Ricerca.

Siamo di fronte, e lo denunciamo con forza, ad un CNR che è capace di fare la voce grossa con i propri lavoratori, mentre si china davanti ai potenti burocrati di turno.

Ora basta. Tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori del CNR hanno diritto a percepire il Salario Accessorio dovuto e non corrisposto dal 2010.

Il CNR esiste perché ci sono ricercatori, tecnologi tecnici e amministrativi che quotidianamente lavorano con passione contribuendo all’accrescimento delle competenze del paese.

La FLC CGIL metterà in campo tutte le iniziative necessarie affinché al personale tutto sia corrisposto quanto dovuto così come previsto dai CCNI siglati e deliberati dal CdA dell’ente.

I ricercatori, i tecnologi, i tecnici e gli amministrativi sono lavoratrici e lavoratori che hanno diritto a percepire il giusto compenso senza dover aspettare anni per ottenerlo!

Altre notizie da: