FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3921587
Home » Ricerca » CNR: i termini di scadenza del nostro ricorso ex art. 52 CCNL 1998-2001

CNR: i termini di scadenza del nostro ricorso ex art. 52 CCNL 1998-2001

Le adesioni dovranno pervenire ai rappresentanti della FLC CGIL nella propria sede lavorativa entro il 10 aprile 2015.

27/03/2015
Decrease text size Increase  text size

La FLC CGIL continua la battaglia al CNR per la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori che volessero vedersi riconosciuto il diritto ad un inquadramento che rispecchi in modo appropriato il proprio percorso professionale e formativo.

Con riferimento all’Avviso del CNR relativo all’applicazione della mobilità tra profili, l’art. 52 del CCNL 1998-2001 recita: “A domanda dell’interessato gli enti possono disporre l’assegnazione a profilo diverso, a parità di livello, dell’interessato stesso, - sempre che sia in possesso del titolo di studio e degli altri requisiti richiesti per l’assegnazione al nuovo profilo - qualora risulti, esclusivamente in base ad atti di ufficio di data certa, che abbia di fatto esercitato per non meno di un quinquennio attività che coincidano del tutto o in prevalenza con i contenuti professionali propri del profilo di destinazione ovvero che abbia acquisito la relativa professionalità attraverso appositi corsi di formazione certificati circa i percorsi formativi seguiti ed i contenuti di professionalità raggiunti. L’interessato non può richiedere l’applicazione del presente comma ove ne abbia fruito nel precedente quinquennio.”

La FLC CGIL, dopo aver denunciato la decisione assunta unilateralmente dall’Amministrazione che ha reinterpretato arbitrariamente e in maniera non condivisa la norma contrattuale, impedendo di fatto l’applicazione dell’art. 52 ai passaggi tra taluni profili (da Operatore a Collaboratore e tra Collaboratore di Amministrazione a Funzionario), ha intrapreso un percorso vertenziale presentando ricorso al TAR del Lazio, il quale, però, si è dichiarato non competente rimandando il giudizio al Giudice del Lavoro a livello provinciale.

Tutti coloro che, a seguito della presentazione della domanda, hanno ricevuto dall’Ente la comunicazione di non accoglimento della stessa, possono ora avviare una vertenza per il riconoscimento di un loro diritto contrattuale.

La scadenza per il deposito del ricorso al giudice del lavoro è il 5 maggio. Al fine di consentire la predisposizione degli atti in tempo utile, le adesioni nonché la relativa documentazione dovrà essere presentata ai rappresentanti FLC CGIL nella propria sede lavorativa entro il 10 aprile 2015.

Altre notizie da: