FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3944487
Home » Ricerca » CNR: finalmente un po' di luce in fondo al tunnel. Ma il cammino è ancora lungo!

CNR: finalmente un po' di luce in fondo al tunnel. Ma il cammino è ancora lungo!

Dopo undici giorni di occupazione il Presidente Inguscio convoca i sindacati. Arrivano i primi risultati.

04/12/2017
Decrease text size Increase  text size

Il 1 dicembre, dopo undici giorni dall’inizio del presidio permanente del CNR, con l’occupazione dell’aula Enrico Fermi, il Presidente ha convocato i sindacati.

All’incontro hanno preso parte il Presidente prof. Inguscio, il Direttore Generale FF dr. Brignone, la dr.ssa Gabrielli per la DCGRU, e una delegazione della FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA per comunicazioni relative ai punti all’ordine del giorno del prossimo CdA previsto per il 5 dicembre prossimo.

In merito al punto relativo alle assunzioni previste nel Piano Triennale 2017-2019 a valere sulle risorse 2017, il Presidente ha rappresentato la volontà dell’Ente di deliberare l’avvio delle procedure di reclutamento con l’assunzione, mediante scorrimento delle graduatorie vigenti di 108 Ricercatori (III livello) e 27 Tecnologi (III livello). Il criterio principale con cui saranno individuate le graduatorie da scorrere limitatamente ai primi idonei in graduatoria, posizioni utile, terrà conto del principio della valorizzazione delle competenze maturate nel CNR così come enunciate nel D.Lgs 75/17, pur trovando applicazione a partire dall’1 gennaio 2018.

Sulla base dei medesimi criteri adottati per l’assunzione di Ricercatori e Tecnologi, a valere sempre sulle risorse 2017, si procederà con le assunzioni di Tecnici e Amministrativi ma per ragioni tecniche la delibera sarà assunta nella seduta del CdA prevista per il 19 dicembre. Nella prossima seduta sarà anche deliberata l’assunzione di 17 Collaboratori di Amministrazione e 8 Operatori tecnici, posizioni che erano state in parte “congelate” dal Dipartimento della Funzione Pubblica, nelle more della ricollocazione del personale delle Provincie.In merito all’applicazione del c.8 dell’articolo 20, l’Amministrazione ha informato i sindacati che nella seduta del CdA del 5 dicembre sarà adottata una delibera per prorogare tutti i contratti a Tempo Determinato che abbiano superato il quinto anno di contratto TD.

In riferimento ai contratti in scadenza al 31 dicembre prossimo, il Presidente ha ribadito l’impegno di prorogare tutti i contratti TD al 30 giugno 2018.

Per quanto riguarda la proroga degli Assegni di Ricerca oltre il limite dei sei anni previsto dalla legge 240/2010, l’Amministrazione ha esplicitato la difficoltà ad adottare una delibera analoga, perché a suo avviso la circolare non consente il superamento del limite previsto dalla legge. La FLC CGIL ha sollecitato l’Ente ad una corretta lettura della norma. La proroga dei contratti flessibili, tra cui AdR Co.Co.Co. ecc. previsti al c.2 dell’art. 20, è chiaramente contemplata dal c.8 e normata esplicitamente al punto 3.2.6. della circolare attuativa.

La FLC CGIL, ha contestato fermamente la posizione dell’Amministrazione, sottolineando che la circolare di Funzione Pubblica è sufficiente a superare il limite previsto dalla legge, poiché la procedura prevista dall’art. 20 dell’D.Lgs 75/17, volta al superamento del precariato anche negli Enti Pubblici di Ricerca, è straordinaria e temporanea e individua solo gli assegnisti degli Enti Pubblici di Ricerca come destinatari della procedura stessa.

Pertanto, la FLC CGIL chiede che la delibera, assunta dal CdA per la proroga dei tempo determinato, preveda, come sancito dalla Legge, la possibilità di proroga anche per gli AdR.

Altre notizie da: