FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3939587
Home » Ricerca » CNR: contrattazione integrativa, una luce in fondo al tunnel?

CNR: contrattazione integrativa, una luce in fondo al tunnel?

Facciamo il punto su alcuni temi oggetto di un incontro l’11 maggio.

15/05/2017
Decrease text size Increase  text size

Giovedì 11 maggio 2017 si è tenuto l’incontro con l’amministrazione del CNR su:

  1. informativa su costituzione dei fondi per la contrattazione integrativa a livello nazionale per il personale dipendente del CNR per gli anni 2014-2017;
  2. emanazione bando progressioni economiche di cui all’articolo 54 CCNL 21 febbraio 2002;
  3. definizione calendario prossimi incontri.

Relativamente al primo punto, FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA hanno prodotto un comunicato unitario.

Sul secondo punto, l’amministrazione si è impegnata ad emanare il bando per le progressioni economiche, subito dopo aver acquisito la delibera di approvazione della costituzione del fondo integrativo da parte del CdA, che a tale scopo dovrebbe riunirsi il 24 maggio prossimo. Il bando prevede alcune novità:

  • la procedura per la presentazione delle domande sarà online; l’amministrazione si è impegnata a concluderla entro il 31 dicembre 2017.
  • Potranno presentare domanda coloro i quali saranno in servizio alla data di emissione del bando, mentre non sarà necessario essere in servizio al momento della pubblicazione della graduatoria per il passaggio al livello superiore.
  • Per il possesso del requisito “anzianità”, ai fini della partecipazione al concorso, sarà presa in considerazione anche l’anzianità maturata ad un livello superiore. Al fine di accelerare la procedura concorsuale saranno nominate sette distinte commissioni.
  • Sarà inoltre prevista la possibilità, anche per coloro che hanno avviato vertenze non ancora concluse, di presentare la domanda con riserva utilizzando un modulo dedicato a queste tipologie specifiche.

Passaggio tra profili a parità di livello per il personale tecnico-amministrativo

Nel corso dell’incontro, la FLC CGIL ha chiesto che, alla luce della sentenza che ha condannato l’ente per una non corretta applicazione dell’articolo 52 del CCNL 1998-2001 (passaggio tra profili a parità di livello per il personale tecnico-amministrativo), il personale destinatario di tale pronunciamento possa accedere, con riserva, alla procedura per l’applicazione dell’articolo 54.
Tenuto conto dell’entrata in vigore del DLgs 218/16, che permette di superare il vincolo della pianta organica, chiediamo lo scorrimento delle graduatorie in essere, relative alle procedure per il passaggio tra profili, sia per il personale tecnico/amministrativo, sia per il personale ricercatore/tecnologo.
Inoltre, abbiamo richiesto che l’ente avvii ulteriori procedure concorsuali in tempi ragionevolmente brevi.

Statuto

La FLC CGIL, ha appreso dal resoconto del Presidente che il CdA ha deliberato lo Statuto dell’ente nella sua versione definitiva. La nostra organizzazione, che pure aveva dato un responsabile contributo alla modifica del testo, stigmatizza il comportamento dei vertici dell’ente che non hanno ritenuto opportuno condividere la stesura finale con il personale e le sue rappresentanze.

Piano di Fabbisogno

La FLC CGIL ha chiesto di prevedere, con urgenza, l’organizzazione di un incontro per definire il Piano di fabbisogno, così come previsto dal Piano Triennale di Attività 2017- 2019.

Calendarizzazione degli incontri

Qui di seguito i prossimi incontri in programma:

  • 16 maggio: salario accessorio, indennità di responsabilità;
  • 19 maggio: produttività collettiva e individuale;
  • 25 maggio: indennità di ente, indennità di posizione, etc.;
  • 30 maggio: salario accessorio per i livelli I-III.
Altre notizie da: