FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3955621
Home » Ricerca » CNR: assunzioni con contratto TI per C1 e C2 posticipate? No grazie. Giovani ricercatori anticipate? Si grazie

CNR: assunzioni con contratto TI per C1 e C2 posticipate? No grazie. Giovani ricercatori anticipate? Si grazie

Valorizzazione professionale work in progress. Il resoconto dell'ultima riunione con i vertici dell'Ente.

28/04/2020
Decrease text size Increase  text size

Il 23 aprile scorso si è tenuto un incontro con l'Amministrazione del CNR su “Aggiornamento sulle tempistiche delle assunzioni già deliberate”.

Sono stati affrontati anche altri argomenti di interesse del personale, in particolare:

Assunzioni con contratti ti per giovani ricercatori, C.1 E C.2.

L’Amministrazione, dando seguito alle richieste di calendarizzare le assunzioni dei C.1 e C.2, già deliberate il 19 dicembre 2019 scorso, ha confermato quanto anticipato nell’incontro con le organizzazioni sindacali dello scorso 7 febbraio: permane e si sta concretizzando l’interesse dell’Ente ad anticipare gli scorrimenti dalle graduatorie dei bandi 368.XX per “Giovani Ricercatori”, la cui data di assunzione, già deliberata, era prevista per novembre 2020.

Tuttavia, al fine di aumentare il numero di scorrimenti dalle graduatorie C.2, poiché come avevamo evidenziato sono numerosi i C.1 e soprattutto i C.2 presenti tra gli idonei delle graduatorie dei “Giovani Ricercatori”, sarebbe stato utile anticipare tale scorrimento. L’Amministrazione ha proposto di prevedere l’assunzione dei “Giovani Ricercatori” con decorrenza 1° luglio e l’assunzione dei C.1 e C.2 al 3 agosto o al massimo al 1° settembre, aggiornando, quindi, la delibera già assunta lo scorso 19 dicembre.

La FLC CGIL, pur condividendo l’opportunità di assumere prima i G.R. rispetto ai C.1 e C.2, ha manifestato con forza il proprio disaccordo, circa le date di presa di servizio proposte dall’Amministrazione, non condivide quindi tale orientamento. Ha rappresentato il clima di “ansia” vissuto dalle lavoratrici e dai lavoratori che vedono differita, per l’ennesima volta, la fatidica data per la presa di servizio con contratto TI.

La FLC CGIL è consapevole delle difficoltà dovute all’emergenza sanitaria che devono essere affrontate anche dal personale degli Uffici coinvolti in tale procedura, ma ha ribadito che le criticità di di questo terribile momento che tutto il Paese sta vivendo, non devono ricadere sull’anello più debole della catena, ossia sui precari.

La FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione a riconsiderare tale proposta, e ha quindi proposto, come possibili date per la presa di servizio, il 15 giugno per i G.R. e il 30 giugno, come già deliberato dall’Ente, per i C.1 e i C.2. Evidenziando che ci sono stati già troppi differimenti. Prevedere settembre come data per assumere, in particolare i C.2, significherebbe mettere un macigno sulla richiesta di aggiornare il PTA e sul prevedere una ulteriore tranche di C.2 entro il 2020.

La FLC CGIL invita quindi calorosamente l’Amministrazione a riesaminare tale proposta. Ha anche chiesto di esplicitare opportunamente gli elenchi dei C.1 da stabilizzare richiamando l’Ente ad un recepimento complessivo della Legge 159/19. Visto poi, che sull’argomento anche altra organizzazione sindacale ha richiamato con forza l’Amministrazione a confermare la data del 30 giugno per l’assunzione dei C.1 e dei C.2, si è concordato di riaffrontare l’argomento in un successivo incontro, già calendarizzato per il 29 aprile prossimo. 

La FLG CGIL, congiuntamente alle atre organizzazioni sindacali presenti, ha chiesto con forza l’impegno da parte dell’Ente a prorogare tutti i contratti in scadenza degli idonei C.1 e C.2 fino alla data di assunzione. L’Amministrazione si è mostrata favorevole a garantire la continuità del rapporto di lavoro a tutti i precari stabilizzabili sia C1 sia C2, riservandosi di valutare la fattibilità economica della procedura. Anche su tale argomento il Tavolo si è aggiornato al 29 aprile. Riportiamo, in sintesi il numero delle Unità di Personale e la tipologia degli scorrimenti:

Tipologia Profilo N. UdP
G.R. Ricercatori 190
C.2 Ricercatori 95
C.2 Tecnologi 9
C.2 1° Tecnologo 1
C.2 Dir. Tecnologo 1
C.1 Ricercatori 26
C.1 Tecnologi 12
C.1 F.A. 1
TOTALE 335

Alle complessive 335 unità di personale da assumere dovevano aggiungersi anche i 7 scorrimenti del bando 366.71 per Tecnologo III livello, pure deliberati il 19 dicembre 2019, la cui procedura avrebbe dovuto concludersi entro maggio, ma purtroppo a causa dell’emergenza da “Coronavirus” è in standby.

Applicazione art. 22 C.15 Dlgs 75/17 - Superamento del sotto-inquadramento

Con riferimento all’applicazione della norma per il superamento del sottoinquadramento ai sensi dell’ex art. 22 C.15 della Legge Madia, l’Amministrazione si è impegnata a bandire il concorso interno (ossia riservato ai dipendenti con contratto tempo indeterminato inquadrati in un profilo inferiore) nell’arco di poche settimane. Viste le limitazioni imposte dalle norme di sicurezza per il Covid.19 e della impossibilità di svolgere colloqui in presenza, tenuto anche conto che i possibili candidati sono tutti già dipendenti dell’Ente, il Bando prevedrà la sola valutazione del CV. La FLC CGIL ha chiesto all’Amministrazione, con le altre OO.SS., di calendarizzare, al più presto, un confronto specifico al fine di individuare i criteri di ripartizione dei posti previsti nel PdF deliberato dal CdA: Aree strategiche, Dipartimenti/SAC, ecc. La FLC CGIL ha evidenziato anche per questa tipologia l’opportunità da parte dell’Ente a recepire le novità introdotte dalla Legge 159/19, in particolare l’ampliamento al 30%, dei Bandi pubblici programmati da ciascuna PA, del numero dei posti previsti per superare il sottoinquadramento. Tale aumento implica, necessariamente, l’aggiornamento del PTA da parte del CdA. Al momento, non è ancora chiaro come sarà strutturato il Bando di concorso e quali saranno i requisiti presi in considerazione per la valutazione dei CV, tale argomento dovrà essere oggetto di un incontro ad hoc che auspichiamo sia a breve. Vi riportiamo di seguito la tabella con la ripartizione dei posti deliberati, a tal fine, dal CdA CNR.

RICERCATORI TECNOLOGI FA V LIVELLO CTER VI LIVELLO
60 16 15 14

Scorrimento graduatorie bandi primi ricercartori e dirigenti di ricerca - 367.XXX

L’Amministrazione ha comunicato che nei prossimi giorni verranno scorse le due ulteriori graduatorie da Primo Ricercatore utilizzando il budget residuo e quello aggiuntivo.

Tutti gli altri scorrimenti delle graduatorie dei bandi per 1° Ricercatore e Dirigente Ricerca, deliberati dal CdA a febbraio, dovrebbero essere completati entro luglio con una ipotesi di presa di servizio a settembre.

Concorsi pubblici

L’Amministrazione ha comunicato che ha quasi completato la messa a punto dei Bandi per 80 Funzionario di Amministrazione V livello e 35 Collaboratore di Amministrazione VII livello, che a breve dovrebbero essere pubblicati. Tuttavia ha anticipato che essendo previste molte domande di partecipazione è possibile che si renda necessaria una pre-selezione. Ad oggi tuttavia, date le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria da ”Coronavirus”, sussiste il dubbio di come procedere: emanare da subito i Bandi oppure restare in attesa dell’evoluzione dell’emergenza. Mentre per quanto attiene ai Bandi di concorsi per Tecnologo e per i 35 CTER già assegnati alle Strutture visto che, presumibilmente, il numero dei partecipanti potrebbe essere più contenuto, nel pieno rispetto degli obblighi di distanziamento sanitario, è verosimile ipotizzare lo svolgimento delle procedure entro l’anno, pertanto i relativi Bandi di concorso potrebbero essere emanati a breve.

Valorizzazione professionale per R&T

La FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione a pubblicare i Bandi per l’applicazione dell’ex art. 8 del CCNL 2002-2005 anticipo di fascia per R&T, procedura già deliberata ad ottobre 2019, che utilizza le risorse contrattuali pari a circa €360.000,00, con la decorrenza concordata al 1 gennaio 2019. La FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione ad avviare la procedura e chiesto che i relativi Bandi siano emanati velocemente. Ha evidenziato che stante che la procedura concorsuale può essere svolta in lavoro agile, non ci sono impedimenti dovuti all’emergenza che ne limitano la pubblicazione. La FLC CGIL ha sollecitato altresì l’Amministrazione ad emanare i Bandi riservati ai R&T per la progressione di carriera ai sensi dell’ex art. 15 del CCNL 2002-2005. Le risorse necessarie sono state previste nel PdF e stanziate per il 2020; è necessario concertare le modalità di indizione e la distribuzione dei posti tra le varie aree concorsuali. La FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione a programmare un incontro urgente per valutare se i tempi di definizione delle procedure concorsuali per il passaggio di livello, siano compatibili con la decorrenza al 1° gennaio 2020. Sarebbe da scongiurare, per il rispetto della dignità dei R&T, uno slittamento della procedura al 2021. Tale eventuale differimento della procedura costituirebbe oltre alla beffa, un danno economico per i R&T che aspettano da anni di vedere realizzate le loro legittime aspirazioni di carriera.

Valorizzazione professionale per T&A

L’Amministrazione ha informato le organizzazioni sindacali che è quasi conclusa la procedura di costituzione del Fondo di cui all’art.90 del CCNL 2016-2018, necessario per finanziare l’applicazione dell’art. 54 del CCNL 1998-01 passaggio di livello per T&A. In proposito il Tavolo ha convenuto, vista l’urgenza di una decorrenza giuridica ed economica al 1 gennaio 2020, di programmare un incontro al più presto anche per garantire l’espletamento della procedura concorsuale entro il 31 dicembre 2020. L’Amministrazione ha comunicato che a breve sarà pubblicato l’avviso per l’applicazione dell’art. 52 del CCNL 1998-01 riservato al personale dipendente, T&A, per il passaggio di profilo a parità di livello già più volte sollecitato dalla FLC CGIL.

Altre notizie da: