FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3953428
Home » Ricerca » CNR: approvati dal MEF i CCNI 2010/2013 e 2014/2017 per tutto il personale dell’ente

CNR: approvati dal MEF i CCNI 2010/2013 e 2014/2017 per tutto il personale dell’ente

Dopo un lungo e travagliato percorso, il MEF e la Funzione Pubblica hanno finalmente approvato le Intese relative ai CCNI per il personale non dirigenziale.

11/11/2019
Decrease text size Increase  text size

Dopo un lungo e travagliato percorso, il MEF e la FP ha finalmente approvato le Intese relative ai CCNI per il personale non dirigenziale del CNR, intese che riguardano:

  • Ipotesi di Contratto Integrativo Livelli I-III anni 2010/2013
  • Ipotesi di Contratto Integrativo Livelli I-III anni 2014/2017
  • Ipotesi di Contratto Integrativo stralcio Criteri e modalità di attribuzione dell’indennità di responsabilità per gli anni 2011/2013 e dell’indennità di produttività per l’anno 2013 al Personale dei livelli IV-VIII
  • Ipotesi di Contratto Integrativo Livelli IV-VIII anni 2014/2017.

L’Amministrazione CNR si impegna, ad adeguare le retribuzioni già con lo stipendio di novembre, sia per quanto attiene agli incrementi mensili tabellari sia per quanto attiene agli arretrati dovuti a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori dell’Ente.

La FLC CGIL può finalmente esprimere soddisfazione per la sottoscrizione definitiva dei 4 CCNI. Il personale era stato già ampiamente informato circa i contenuti dei Contratti Integrativi al momento della sigla, con il comunicato diffuso al personale il 20 settembre 2018.

In sintesi riportiamo gli incrementi spettanti al personale. In particolare:

RICERCATORI e TECNOLOGI (LIVELLI I-III)

Per il personale inquadrato nei Livelli I-III è previsto l’incremento dello IOS - Indennità per oneri specifici, di cui all’Art. 8 del CCNL del 05.03.1998 - II biennio.  Tale Indennità, come da contratto, è corrisposta mensilmente per 13 mensilità ed è utile ai fini del calcolo dell’anzianità.

Per il periodo 2010-2014 è prevista una tantum distribuita in maniera differenziata per livello, in base alla seguente proporzione: Livello I° 100% - Livello II° 95% - Livello III° 90%.

In via previsionale l’una tantum corrisponde per gli anni 2010-2014 a quanto riportato in tabella:

Livello

2010

2011

2012

2013

2014

TOTALE

I

336,00

219,00

256,00

129,00

340,00

1.280,00

II

319,00

208,00

244,00

123,00

322,00

1.216,00

III

303,00

197,00

231,00

116,00

308,00

1.155,00

A partire dal 2015 viene invece rideterminata la quota base dello IOS, da erogare sempre per 13 mensilità, e per livello è così assegnata:

  • Livello I 42,00 €
  • Livello II 40,00 €
  • Livello III 38,00 €

I nuovi importi assorbono la precedente quota di 25€ e non tengono conto degli eventuali residui, dei fondi dal 2014 al 2017, che potranno essere ulteriormente ripartiti, sempre secondo la proporzione: Livello 100% - Livello II° 95% - Livello III° 90%.

TECNICI e AMMINISTRATIVI (LIVELLI IV-VIII)

Il Fondo per il trattamento accessorio per gli anni 2011-2017, che ricordiamo è quota parte del salario spettante al personale T/A, è pari a:

  1.     31.281.933€        2012    31.281.933€         2013    31.281.933€       2014    29.834.324€
  2.     29.961.730€        2016    29.644.397€         2017    29.644.397€

SEDE DISAGIATA, LAVORO TURNI, STRAORDINARIO, REPERIBILITÀ, RISCHI, INDENNITÀ DI CASSA, POSIZIONE.

Nell’accordo 2014-2017 è stato integrato l’elenco delle sedi aventi diritto al pagamento dell’Indennità di Sede Disagiata. Nessuna modifica è stata apportata rispetto al CCNI sottoscritto a luglio 2008 sul lavoro straordinario, in turni, indennità di cassa, di rischi e di reperibilità. Per gli anni di riferimento sono stati confermati i criteri per l’attribuzione della Indennità di posizione il cui ammontare di 1.800,00€, erogato in 12 mensilità, e la percentuale di lavoratori a cui può essere attribuita sono fissati nel CCNL. Tale indennità è accordata sulla base dei seguenti criteri: a) numero delle unità di personale da coordinare; b) complessità delle operazioni e degli atti posti in essere; c) rilevanza esterna delle operazioni e degli atti.

INDENNITÀ DI RESPONSABILITÀ

La quota del fondo da destinare all’Indennità di responsabilità, da corrispondere al personale avente i requisiti è stata incrementata per anno da 400.000 a 500.000 €.

  • L’Indennità di responsabilità è incompatibile con la indennità di cassa, di posizione e per alcune tipologie: Indennità per il Responsabile delegato di Area della Ricerca e della segreteria particolare del Presidente per un importo pari a 150,00€ per 12 mensilità;
  • Indennità Responsabile Segreteria Direttore Generale, Segretari Amministrativi dei Dipartimenti e degli Istituti e dei Responsabili Amministrative delle Aree della Ricerca per un importo pari a 90,00€ per 12 mensilità;

L’Indennità di responsabilità è incompatibile con la indennità di cassa e di posizione, mentre è già fissata per:

  • il Responsabile delegato di Area della Ricerca e della Segreteria particolare del Presidente per un importo pari a 150,00€ per 12 mensilità;
  • il Responsabile Segreteria Direttore Generale, Segretari Amministrativi dei Dipartimenti e degli Istituti e dei Responsabili Amministrative delle Aree della Ricerca per un importo pari a 90,00€ per 12 mensilità;

Per l’attribuzione di tale Indennità sarà necessario attivare la procedura di confronto con le RSU e le OO.SS. territoriali per verificare gli atti di attribuzione degli incarichi e la conformità con quanto previsto nell’Intesa.

Nell’Intese (2011/2013 e 2014/2017) sono incluse, su richiesta della FLC CGIL, peculiari tipologie di incarico di responsabilità riconosciute come beneficiarie di questa indennità, con specifici coefficienti utili al calcolo della stessa.

All’atto della sottoscrizione la FLC CGIL ha sollecitato l’Amministrazione ad emanare la circolare per l’avvio della procedura per l’attribuzione della indennità di responsabilità, procedura che ribadiamo prevede il coinvolgimento delle RSU e delle competenti OO.SS. territoriali.

Sintesi delle tipologie di responsabilità e coefficienti relativi:

Categorie

Descrizione

Coeff.

A

Personale cui sia affidata la responsabilità esclusiva di segreteria di supporto agli Organi di Governo

2,5

B

Personale cui sia affidata la responsabilità esclusiva di grandi apparecchiature complesse e grandi impianti (ciclotrone, grande spettrometro di massa, ecc.) con provvedimento formale del Direttore dell’Istituto

2,5

C

Personale cui sia affidata con provvedimento del Direttore/Dirigente la responsabilità esclusiva di servizi o strutture operative, istituiti con provvedimento del Direttore/Dirigente, costituiti per fornire rilevante supporto tecnico e/o amministrativo a più Unità organiche o Strutture organizzative, che siano riconosciute determinanti per l’espletamento delle attività istituzionali. Personale a cui è affidato con provvedimento del Direttore/Dirigente l’incarico di capomissione di attività tecnico-scientifiche svolte in luoghi o situazioni di particolare disagio (missioni marittime, in alta quota, in artico, ovvero in situazioni di emergenza nazionale per eventi catastrofici terremoti/alluvioni). Personale a cui è affidata la responsabilità per lo smaltimento dei rifiuti tossici e nocivi (non radioattivi).

2,5

D

Personale responsabile di gruppi operativi, istituiti con provvedimento del D.G., incaricati di attuare progetti speciali e prioritari di interesse generale per l’Ente, in base ad obiettivi determinati dagli Organi di vertice. Personale con incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.

2

E

Personale cui sia affidata con provvedimento del Direttore/Dirigente la responsabilità esclusiva di servizi, sezioni o presidi, sia tecnici che amministrativi, che comportino il coordinamento, permanente ed esclusivo, di almeno tre unità di personale che non rientrano nelle precedenti categorie. Personale con cumulo di incarichi di responsabile di segreteria del Servizio (gestione presenze, buoni pasto, ecc.) e di segreteria del Direttore/Dirigente o cumulo di incarichi di responsabile di più attività.

2

F

Responsabile di segreteria del Direttore/Dirigente

1

Restano purtroppo ancora escluse alcune tipologie di responsabilità che a nostro avviso avrebbero dovuto essere considerate, ma l’Amministrazione colpevolmente non ha voluto riconoscere. In particolare per il Responsabile delle procedure INAIL e per il RUP, previsto dal codice degli appalti. Per quest’ultimo argomento è stato sollecitato un incontro dedicato.

INDENNITÀ DI ENTE MENSILE

L’incremento dell’Indennità di Ente Mensile, è di seguito evidenziato:

2014

Livello

Importo mensile

Importo annuale

IV

443,00

5.316,00

V

412,00

4.944,00

VI

350,00

4.200,00

VII

296,00

3.552,00

VIII

243,00

2.916,00

a partire dal 2015

Livello

Importo mensile

Importo annuale

IV

455,00

5.460,00

V

423,16

5.077,92

VI

359,48

4.131,76

VII

304,02

3.648,24

VIII

249,58

2.994,96

PRODUTTIVITÀ

La produttività collettiva ed individuale, per l’anno 2013, sarà erogata in relazione alla media delle valutazioni dei risultati conseguiti dalle Strutture di afferenza, rispetto agli obiettivi assegnati in sede di programmazione delle attività nel triennio successivo al 2013. A partire dal 2014, e quindi per il quadriennio 2014-2017, sarà invece erogata sulla base della valutazione della Struttura di afferenza, ad eccezione del Personale dei Dipartimenti per i quali, non essendo disponibile la valutazione, varrà la media ottenuta dagli Istituti afferenti.

L’erogazione avverrà secondo i seguenti criteri:

Classe

punteggio massimo (valori%)

parametro

Premialità (valori%)

A

da 80 a 100

3

100

B

da 60 a < 80

2

95

C

da 0 a < 60

1

90

Attualmente nessuna Struttura è in classe C.

Orientativamente gli arretrati da corrispondere al personale T/A è pari a:

ANNO

2013

2014

2015

2016

2017

TOTALE

A

407

576

652

730

194

2.559

B

407

546

620

694

194

2.461

L’Amministrazione si è impegnata ad una possibile integrazione dei fondi con gli eventuali residui derivanti dall’Art.19 del CCNL 7/4/06. Si impegna ad informare le OO.SS sull’erogazione effettiva delle competenze accessorie previste dal CCNI.

La FLC CGIL auspica si aprano velocemente le trattative per i CCNI relativi al 2018, augurandosi di non dover aspettare altri 10 anni!

Altre notizie da: