FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3963579
Home » Ricerca » CNR: ad una settimana dall’inizio del presidio permanente Maurizio Landini incontra i precari e la Presidente dell’Ente

CNR: ad una settimana dall’inizio del presidio permanente Maurizio Landini incontra i precari e la Presidente dell’Ente

Il segretario generale della CGIL Maurizio Landini ha incontrato la Presidente del CNR che gli ha garantito il massimo impegno dell’Amministrazione per una soluzione al prossimo CdA.

25/11/2021
Decrease text size Increase  text size

Nella giornata del 24 novembre, a una settimana esatta dall’inizio dell’occupazione della sede centrale del CNR portata avanti unitariamente da FLC CGIL, FIR CISL e UIL SCUOLA RUA insieme al movimento dei Precari Uniti, un esponente del partito pan europeo Volt, Guido Silvestri, attratto dalle bandiere e dai precari raccolti in presidio, ha portato la solidarietà del suo partito auspicando a breve la positiva risoluzione del precariato.

Nel pomeriggio sono giunti in sede centrale Maurizio Landini, segretario generale CGIL e Francesco Sinopoli segretario generale FLC CGIL. I segretari generali hanno ascoltato e condiviso le motivazioni della protesta, portando la loro solidarietà e hanno incoraggiato i precari a continuare la battaglia che mantiene viva l’attenzione sul tema della Ricerca Pubblica sia nei palazzi del governo sia nell’opinione pubblica.

Battaglia che tra l’altro, come ha sottolineato il segretario Landini, si inquadra perfettamente nelle rivendicazioni più generali portate avanti unitariamente dalla CGIL, CISL e UIL: Il futuro ed il rilancio del Paese non possono prescindere dalla creazione di Lavoro Stabile.

I segretari generali, sono stati quindi ricevuti dalla Presidente M.C. Carrozza Al termine dell’incontro Landini ha riferito di un lungo e cordiale colloquio, nel quale si sono affrontate le tematiche relative alla Ricerca Pubblica evidenziando il ruolo fondamentale che il CNR riveste per lo sviluppo del Paese. È stato sottolineato che le lavoratrici e i lavoratori della ricerca sono la risorsa più preziosa e giocano un ruolo centrale, soprattutto in questo momento, per la realizzazione del PNRR. Ha riferito dell’impegno dell’Ente a trovare una soluzione definitiva per tutti i precari in attesa di stabilizzazione e che, il tema sarà trattato già nella prossima riunione del CdA di martedì 30 novembre: un’evoluzione della posizione dell’Ente che va nella direzione giusta, frutto della determinazione della lotta portata avanti unitariamente.

L’arrivo del segretario generale della CGIL è stato accolto positivamente dai precari in presidio permanente, certamente rincuorati ma che con determinazione proseguono la mobilitazione auspicando che l’impegno dell’Ente rappresentato dal segretario Landini si concretizzi al più presto.

La mobilitazione permanente unitaria continua fino a che tutte le precarie e tutti i precari in attesa da ormai troppo tempo, vedranno riconosciuto il proprio diritto ad un lavoro stabile.

Altre notizie da: