FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3944741
Home » Ricerca » 15 dicembre 2017: presidio unitario a Montecitorio per la salvaguardia della Ricerca Pubblica

15 dicembre 2017: presidio unitario a Montecitorio per la salvaguardia della Ricerca Pubblica

FLC CGIL, FIR CISL, Federazione UIL SCUOLA RUA chiedono stabilizzazione per tutti, nessuno escluso.

14/12/2017
Decrease text size Increase  text size

Comunicato unitario FLC CGIL, FIR CISL, Federazione UIL SCUOLA RUA 

La trattazione della Legge di Bilancio 2018 entra nel vivo della discussione nel suo passaggio alla Camera dei Deputati e le questioni che riguardano la Ricerca, grazie alla straordinaria mobilitazione messa in atto in queste ultime settimane, sono diventate di dominio pubblico. In particolare, l’obiettivo principale è quello delle stabilizzazioni. Va certamente dato atto dell’impegno nel riconoscere la specificità della ricerca pubblica sia con il decreto Madia che con la circolare applicativa (n.3 del 2017). Permane tuttavia, nonostante gli sforzi sin qui compiuti, per diversi Enti un problema relativo alle risorse necessarie per l’applicazione dell’art. 20 del D.lgs 75/2017.

Proprio per questo è il momento di mantenere alta la mobilitazione: raccogliendo le istanze dei precari. FLC CGIL, FIR CISL e la Federazione UIL SCUOLA RUA indicono il presidio per il prossimo 15 dicembre 2017 in piazza Montecitorio, in concomitanza con la discussione sulla Legge di Bilancio 2018, per rivendicare ancora una volta le nostre richieste:

  • finanziamenti adeguati della rete degli Enti Pubblici di Ricerca;
  • risorse necessarie per tutte le stabilizzazione: le correzioni apportate alla legge di Bilancio nel passaggio dal Senato alla Camera vanno nella giusta direzione, ma le risorse sono ancora insufficienti per la stabilizzazione dei  precari della Ricerca;
  • le stabilizzazioni devono riguardare tutte le figure professionali: Ricercatori Tecnologi Tecnici Amministrativi;
  • le risorse, per il cofinanziamento richiesto, dovranno essere reperite fra quelle disponibili ai sensi dell’art. 9 comma 2 del d.lgs 218/2016;
  • proroga per tutti i contratti in scadenza, nelle more del completamento del percorso di stabilizzazione;
  • applicazione integrale della Circolare n. 3 del Dipartimento della Funzione Pubblica, a partire dall’inclusione degli Assegni di Ricerca fra i contratti di lavoro flessibile ricompresi nel D.lgs 75/2017;
  • mantenimento dell’integrità del Settore Ricerca;
  • infine chiediamo coerenza ai Presidenti egli Enti e al ConPer: al di là delle generiche affermazioni, va perseguito l’obiettivo della stabilizzazione per tutti i precari della Ricerca, nessuno escluso.

Per questo FLC CGIL, FIR CISL e la Federazione UIL SCUOLA RUA sollecitano il Governo e le forze politiche tutte a dare risposte concrete alle richieste che provengono dal mondo della ricerca e dal movimento dei precari per modificare al meglio le norme contenute nella Legge di Bilancio 2018.