FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3853713
Home » Notizie dalle Regioni » Veneto » Dopo Torino, anche a Venezia la più grande manifestazione regionale per la scuola che il Veneto ricordi

Dopo Torino, anche a Venezia la più grande manifestazione regionale per la scuola che il Veneto ricordi

Grande partecipazione di genitori, studenti, precari, dirigenti, insegnanti e ata alla fiaccolata del 10 ottobre 2008.

11/10/2008
Decrease text size Increase  text size

Hanno sfilato in 12.000 a Venezia, provenienti da tutte le province del Veneto, per manifestare contro Gelmini, Tremonti e Brunetta e contrastare i tagli di 8 mld di euro, il maestro unico, la riduzione del tempo scuola a 24 ore. Hanno chiesto, invece, una scuola di qualità dove investire risorse anziché tagliarle.

I manifestanti con striscioni e cartelli colorati hanno attraversato il ponte della Libertà, piazzale Roma, il ponte Calatrava, dove hanno acceso decine e decine di fiaccole. I cinque Segretari Generali di FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS e Gilda, hanno acceso insieme le loro fiaccole a suggello di una mobilitazione unitaria che vedrà la prossima tappa nella grande manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 30 ottobre prossimo.

Musiche, canti e sfottò di vario genere hanno ritmato tutto il percorso: ad alcune manifestazioni canore degli studenti e dei precari si accompagnavano cartelloni assai raffinati del tipo "Ministro Gelmini risparmi di più se di tutti i bambini la maestra unica fai tu".

Il corteo è giunto a piazza San Geremia. Davanti al palazzo Labia della Rai le sigle sindacali hanno lasciato intervenire genitori, studenti e precari. La manifestazione si è conclusa con tutto un lampeggiare di fiaccole, un saltare e cantare...

Abbiamo visto persone che dopo essersi ritrovate e impegnate a rifarlo a breve erano soddisfatte, felici per loro e per quello che avevano vissuto quella sera. La situazione drammatica della scuola pubblica era stato vissuta insieme e faceva meno paura perché ci si sentiva più forti e in grado di contrastarla.

Una partecipazione così massiccia non si ricordava da decenni nel centro storico veneziano ed anche i numerosi turisti comprendevano e sorridevano... loro che dopo la vacanza tornano in patria e lasciano l'Italia governata da Berlusconi...

Roma, 10 ottobre 2008
___________________

Tag: tagli