FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3845771
Home » Notizie dalle Regioni » Toscana » Siena » Legge 194: la FLC Cgil continua sul territorio la sua battaglia in difesa della legge 194

Legge 194: la FLC Cgil continua sul territorio la sua battaglia in difesa della legge 194

Ordine del giorno del 26 febbraio 2008 del Direttivo della FLC Cgil di Siena.

03/03/2008
Decrease text size Increase  text size

In attesa della grande manifestazione unitaria CGIL, CISL, UIL dell'otto marzo a Roma alla quale parteciperà la FLC Cgil, si continua sul territorio la lotta in difesa dei diritti della donna, nel rispetto della vita, contro la pratica indegna degli aborti clandestini.

Pubblichiamo di seguito l’ordine del giorno approvato dal Direttivo della FLC Cgil Siena.

Roma, 3 marzo 2008

_________________

Ordine del giorno sulla legge 194

Direttivo FLC Cgil Siena
del 26 febbraio 2008

Il Direttivo Provinciale FLC di Siena

Ritiene

la legge 194 una legge saggia, lungimirante e giusta, quanto mai attuale e soprattutto capace di coniugare responsabilità della donna e del medico di fronte a decisioni di grande importanza.

E’ grazie a questa legge che la donna si è sottratta alla pratica indegna degli aborti clandestini;

ed è grazie al supporto e alla sensibilizzazione messi in campo dalla legge che la riduzione percentuale degli interventi è oggi molto significativa.

Chiede

che i consultori vengano riattivati e non mortificati nelle risorse e nel ruolo

e che in ogni ospedale sia presente personale medico ed infermieristico sufficiente a garantire il servizio di interruzione volontaria di gravidanza.

Sottoscrive

i principi che hanno ispirato la legge, libertà e diritto ad una maternità cosciente e responsabile, valore sociale della maternità, autodeterminazione, rispetto della vita, salvaguardia della salute psichica e fisica della donna.

Condanna

la crociata condotta da un ampio e trasversale schieramento politico contro la legge 194, il vergognoso paragone con la pena di morte, l’ingerenza pesante delle Gerarchie Cattoliche nella legislazione dello Stato in generale e in particolare contro la legge 194, la subalternità dell’azione politica a tale ingerenza.

Siena, 26 febbraio 2008