FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3954707
Home » Notizie dalle Regioni » Sicilia » Emergenza Coronavirus. Scuole siciliane

Emergenza Coronavirus. Scuole siciliane

Comunicato stampa FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams Sicilia

27/02/2020
Decrease text size Increase  text size

Consapevoli del fatto che il momento è particolarmente concitato e che l’emergenza è sicuramente di natura complessa, riteniamo comunque doveroso rappresentare le preoccupazioni e le richieste di chiarimenti che ci vengono sottoposte, legittimamente e in modo insistente, dai Dirigenti Scolastici e da tutto il personale della scuola, a seguito del susseguirsi di “comunicazioni” contrastanti e non chiare da parte del Comune di Palermo e dai “comunicati” stampa dell’Assessorato Regionale alla pubblica istruzione che ad oras cambiano versione (le lezioni sono sospese; tre giorni di chiusura scuola per sanificazione locali; tre giorni di lezioni sospese per pulizie locali; chiusura scuole; scuole chiuse fino a lunedì). Queste comunicazioni hanno generato diverse, a volte errate, modalità di organizzazione delle scuole e dell’utilizzo del personale.

Riteniamo ingiustificabile e molto grave l’assenza di una Ordinanza Regionale che indichi con chiarezza e dettagli tutte quelle azioni che le scuole siciliane ed in particolare Palermo e provincia avrebbero dovuto attivare già da stamattina.

Da interlocuzioni con l’Assessorato avevamo rassicurazioni che entro le ore 18 la Regione diramasse una ordinanza. Nulla di tutto questo ad oggi è stato fatto. Lamentiamo l’assenza di una cabina di regia con i Dirigenti che rappresentano il Ministero in Sicilia.

Troviamo Irrispettoso per la scuola palermitana e per le sue province, l’indifferenza e la superficialità da parte di chi governa questa grave emergenza, nonostante i nostri numerosi appelli! Siamo vicini ai dirigenti scolastici e a tutto il personale docente e ATA che si trovano a fronteggiare, con grande difficoltà, questo particolare momento. E’ necessario fornire, con urgenza, indicazioni che siano soprattutto chiare ed esaustive.

La scuola siciliana ringrazia!