FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3962627
Home » Notizie dalle Regioni » Sardegna » Oristano » Buona la prima con "Banditi ad Orgosolo"

Buona la prima con "Banditi ad Orgosolo"

La Scuola del Popolo ad Uras ha inaugurato la rassegna "Viaggio nel cinema sardo... di ieri & di oggi"

21/07/2021
Decrease text size Increase  text size
Erano circa 40 gli spettatori che hanno risposto all'invito della Scuola del Popolo di Oristano in collaborazione con l'Auser di Uras per la serata di ieri 21 luglio, tra cui un attentissimo 92enne, alla sua prima uscita all'aperto dopo tanti mesi di precauzioni e "clausura" per la pandemia. Nello spazio all'aperto della sede Auser di Uras in sicurezza con mascherina e distanziamento, dopo un brevissimo saluto del responsabile nazionale della Scuola del Popolo, si è data la parola ad Antonello Cossu per lo sviluppo della serata. Prima della proiezione si è introdotta la figura del documentarista Vittorio De Seta con la visione di due cortometraggi girati nel 1958: "Un giorno in Barbagia" e Pastori di Orgosolo", appartenenti alla poetica contemplativa del regista. Una curiosità: tutti gli interpreti sono dei non professionisti. Michele Cossu è doppiato da Gian Maria Volontè; i carabinieri erano orgolesi, tra i quali spicca Mario Battasi; il piccolo Peppeddu Cuccu da adulto anziano ha interpretato un ruolo in «Sonetaula» di Salvatore Mereu e un corto «Transumanza» sempre per la regia di Mereu, omaggio a De Seta. Dopo la visione della pellicola capolavoro del 1961 sono state illustrate alcune particolarità tecnico-cinematografiche sul film.
banditi-orgosolo-2