FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3866017
Home » Notizie dalle Regioni » Puglia » Taranto » Ancora una denuncia dei Dirigenti scolastici sulle difficoltà di gestione delle scuole

Ancora una denuncia dei Dirigenti scolastici sulle difficoltà di gestione delle scuole

Il Collegio dei Dirigenti scolastici della Provincia di Taranto, approva all'unanimità un documento che denuncia gli effetti dei tagli di organico e di risorse economiche.

20/10/2009
Decrease text size Increase  text size

Sono ormai moltissimi i documenti che arrivano dalle scuole e che denunciano una situazione di gravissima difficoltà nel garantire l’offerta formativa.

In questo caso sono i dirigenti scolastici di 38 scuole del primo ciclo della provincia di Taranto a lamentare sia difficoltà nell’erogazione del servizio che un abbassamento dei livelli di sicurezza per gli alunni.

I Dirigenti denunciano inoltre l’accumularsi dei crediti nei confronti del Ministero e l’esaurirsi delle disponibilità di cassa che espongono le scuole a contenziosi con fornitori e lavoratori.

I Dirigenti chiedono al Ministero di farsi urgentemente carico dei problemi invece di assumere atteggiamenti di colpevolizzazione dei lavoratori.

Roma 20 ottobre 2009
__________________

Il Collegio dei Dirigenti Scolastici della Provincia di Taranto
riunito il 16 ottobre 2009 presso la SMS "Leonida da Taranto" di Taranto

Denuncia

la grave situazione di difficoltà gestionale che si è venuta a determinare nelle scuole a causa della forte riduzione degli organici del personale docente e A T A, che incide negativamente sulla funzionalità e sull'efficacia dei servizi e compromette l'attuazione dell'offerta formativa della scuola pubblica.

Oltretutto, la sostanziale cancellazione delle compresenze e la scomparsa nelle scuole di personale con ore a disposizione, utilizzabile anche per la sostituzione del personale assente per brevi periodi, e l'inadeguatezza delle risorse assegnate per le supplenze e delle modalità e procedure per la nomina dei supplenti, aggiungono ulteriori difficoltà nell'erogazione del servizio, oltre a produrre persino un abbassamento dei livelli di sicurezza degli alunni.

Inoltre, il mancato finanziamento nel 2009 delle spese di funzionamento, l'accumularsi di crediti delle scuole nei confronti del Ministero, la grave situazione di scarsa disponibilità di cassa di molte istituzioni scolastiche, che le espone a contenziosi con i fornitori di beni e servizi e con i lavoratori ai quali non sono liquidate tempestivamente spettanze contrattuali, la possibilità che anche per il 2010 non sia previsto alcun finanziamento per le spese di funzionamento, non sono più sopportabili.

Il Collegio invita pertanto,

il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca a farsi urgentemente carico della complessità delle problematiche sopra evidenziate, dando risposte adeguate alla gravità ed alle dimensioni dei problemi, invece di assumere atteggiamenti di colpevolizzazione dei dirigenti scolastici, rei soltanto di segnalare la gravità di una situazione, nella quale, peraltro, nonostante tutto, sono responsabilmente impegnati a trovare soluzioni che garantiscano il più possibile il mantenimento della funzionalità dei servizi e dell'efficacia complessiva dell'attività didattica.

Il presente documento è stato approvato all’unanimità da 37 dirigenti di istituzioni scolastiche del primo ciclo.

Taranto, 16 ottobre 2009