FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3824605
Home » Notizie dalle Regioni » Puglia » Foggia » Stato giuridico dei docenti: la protesta delle Università

Stato giuridico dei docenti: la protesta delle Università

Lezioni in piazza a Padova contro il DDL Moratti. Sospensione attività didattiche Università di Foggia.

11/11/2004
Decrease text size Increase  text size

Lezioni in piazza a Padova contro il DDL Moratti

LEZIONI IN PIAZZA DAVANTI AL BO'
Lezioni pubbliche per una pubblica università

Professori, ricercatori, studenti uniti contro il DDL Moratti per difendere l'università e la ricerca
Padova, giovedì 11 novembre 2004 dalle 9.45 alle 17.30

PROGRAMMA

Lettere e Filosofia - Agraria - Scienze Politiche
9.45 Prof. F. Gambino, Dott. Annalisa Frisina, Dott. Valentina Longo ed altri, Cantieri di confine
10.30 Prof. Silvana Collodo, Lezione di istituzioni medievali
11.30 Dott. Guido Bartorelli, Un capolavoro futurista: il trittico degli stati d'animo di Umberto Boccioni
12.30 Prof. Carmen Castillo, Lezione di lingua spagnola
13.30 Dott. Maria Carlassare, L'agricoltura nel piatto
14.30 Prof. Federica Toniolo, La Cappella degli Scrovegni
15.30 Prof. Luca Cerchiari, Miles Davis
16.30 Dott. Alessandra Petrina, Elementi medievali in Harry Potter

In contemporanea:
Ingegneria in piazza - Lezioni pubbliche di professori, ricercatori e neo-laureati della Facoltà di Ingegneria

COMUNICATO STAMPA
Giovedì 11 novembre, in occasione della giornata non stop dell'Università italiana contro il DDL Moratti, l'Università di Padova organizza lezioni in
piazza dalle 9.45 alle 17.30.
Dopo aver sospeso per una settimana le lezioni, le assemblee dei docenti, dei ricercatori e dei precari dell'Università di Padova hanno trovato nelle
lezioni in piazza una forma di protesta efficace per sensibilizzare l'opinione pubblica nei confronti della formazione e dei rischi che essa corre qualora venga approvata la Riforma Moratti per l'Università.
Portare l'Università in piazza ha dunque il significato di allargare il carattere pubblico di questa struttura abbracciando idealmente uno spazio simbolico come quello tra il Palazzo del Comune ed il Bo. Nella forma stessa del centro della città il binomio consueto tra palazzo comunale e chiesa è sostituito da comune e università, fulcro ideale della vita cittadina e della cultura. E' questo legame tra cittadini e cultura che vogliamo
sottolineare manifestando davanti al Bo contro una riforma che costringe la formazione accademica nei termini di una continuazione se non di una
ripetizione dell'insegnamento liceale, convinti che non possa esserci sviluppo senza intelligenza critica.
Ecco che alcuni professori, ricercatori e neolaureati delle Facoltà di Lettere e Filosofia, Scienze Politiche, Agraria e Ingegneria hanno orchestrato una ricca giornata i contributi scientifici e didattici per testimoniare il valore della ricerca e della formazione pubblica di alto livello aldilà di ogni interesse lobbistico.

Padova, 11 novembre 2004

Sospensione attività didattiche Università di Foggia

Gentili Colleghi e Studenti,
in considerazione della richiesta pervenuta da parte del corpo docente, il Senato Accademico, nella riunione del 03.11.2004, ha deliberato di sospendere le attività didattiche nel periodo dal 8 al 13 novembre, per consentire la realizzazione di momenti di dibattito sulle proposte di riforma dello stato giuridico della docenza universitaria e di riforma degli ordinamenti didattici, recentemente avanzate dal MIUR.
Allo scopo, ferma restando la libera organizzazione delle singole Facoltà nell'articolazione del dibattito, il Senato ha deciso di convocare le seguenti assemblee generali di docenti e studenti:
a.. assemblea di discussione sulla proposta di riforma dello stato giuridico della docenza, in data 8 novembre ore 10.00, presso la Facoltà di Agraria,
b.. assemblea di discussione sulla proposta di riforma degli ordinamenti didattici universitari, in data 10 novembre, ore 10.00, presso l'Aula Magna
della Facoltà di Giurisprudenza.
Cordiali saluti.

IL RETTORE
(Prof. Antonio MUSCIO)

11 novembre 2004