FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3922683
Home » Notizie dalle Regioni » Puglia » Bari » Sciopero 5 maggio: in 25.000 a Bari

Sciopero 5 maggio: in 25.000 a Bari

Centinaia le scuole chiuse oggi non solo in Puglia, ma anche Basilicata, Calabria e Molise.

05/05/2015
Decrease text size Increase  text size

A cura dell’Ufficio stampa CGIL Puglia

BariLo sciopero generale nazionale di tutto il personale del comparto scuola ha visto a Bari la partecipazione di 25mila tra lavoratori e studenti provenienti dalla regione Puglia e dalle regioni Basilicata, Calabria e Molise.

Occorre una ridiscussione totale della legge Fornero, dobbiamo subito mette mani a quella legge così come dobbiamo stare attenti che non vengano fatte furbesche operazioni come quelle dei tesoretti pre-elettorali. Io chiedo che i soldi del Paese vengano investiti nelle prospettive di avanzamento della scuola italiana. Così dal palco di Piazza Prefettura a Bari, Gigi Rossi,segretario nazionale FLC CGIL, che ha ribadito l'importanza della scuola di qualità per affrontare la sfida del lavoro e quella della democrazia. Noi non formiamo solo lavoratori ma anche cittadini, pertanto abbiamo bisogno di una scuola, di tutti e di ciascuno, inclusiva, cooperativa e soprattutto democratica, la scuola della Costituzione: questa é la nostra scuola.

Oggi é una giornata meravigliosa per la scuola ha affermato Claudio Menga, Segretario generale FLC CGIL Puglia, perché da una parte diciamo no al governo per un disegno di legge che avevamo preavvisato non era gradito alla categoria, secondo perché si ricostituisce una coralità dal punto di vista sindacale e nel mondo del lavoro. Non ci sono differenze tra precari, personale Ata, personale docente. Qui c'è la scuola che fa l'unione e questa unione dobbiamo portarla avanti per le battaglie che ci aspettano nelle prossime settimane. Centinaia le scuole chiuse oggi non solo in Puglia, ma anche Basilicata, Calabria e Molise.

Importante aver scelto di manifestare nel capoluogo pugliese ha ribadito il Segretario generale CGIL Bari Pino Gesmundo. Bari è una grande città metropolitana del sud che può dare un Impulso forte allo sviluppo di tutto il mezzogiorno. La scuola é cultura, é un investimento per il futuro per le giovani generazioni. La scuola è un bene comune da tutelare. Difendere la scuola significa costruire le condizioni per una società migliore. La scuola va governata con operatori, docenti, studenti, all'interno di una partecipazione la più ampia possibile. No alla logica dell'uomo solo al comando.

Sciopero scuola 5 maggio 2015 - Bari