FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3911471
Home » Notizie dalle Regioni » Piemonte » Torino » Università di Torino: firmato l’accordo per la proroga dei contratti a tempo determinato

Università di Torino: firmato l’accordo per la proroga dei contratti a tempo determinato

Un risultato importante, frutto di mesi di trattative.

28/04/2014
Decrease text size Increase  text size

Il 26 marzo 2014 è stata firmata l’ipotesi di accordo che consentirà la proroga dei contratti di lavoro subordinato a tempo determinato del personale tecnico amministrativo in base all’art. 5, comma 4 bis del D.lgs. 368/2001. Nel giro di pochi giorni è stato firmato e reso operante l’accordo definitivo, pubblicato sul sito di ateneo insieme alla relazione tecnica.

Si tratta di un risultato importante, frutto di mesi di trattative che hanno preso l’avvio dalla mozione assembleare approvata dal personale precario nell’assemblea del 27 novembre 2013.

L’accordo consente di prorogare tutti i contratti a tempo determinato in essere al momento della sottoscrizione fino al termine massimo del 31 dicembre 2016, in sintonia con una Programmazione del personale che prevede l’impiego del 50% dei punti organico disponibili nei prossimi anni per le procedure di reclutamento speciale.

Ricapitolando, all’Università degli Studi di Torino le proroghe saranno attivate attraverso entrambi i canali disponibili:

  1. Proroghe ex lege n. 125/13, per coloro  che, alla data del 30 ottobre 2013, hanno maturato 3 anni di lavoro a Tempo determinato negli ultimi 5 anni, in attesa dell’indizione di procedure di reclutamento speciale transitorio previste dalla legge stessa. Riguardano 14 persone in Ateneo.
  1. Proroghe di cui all’art. 5 comma 4 bis dlgs 368/2001, attuabili grazie all’accordo del 24 marzo 2014, che concede all’Amministrazione la possibilità di prorogare i contratti a termine senza aver maturato 3 anni di lavoro a tempo determinato, nelle more dell’attivazione delle procedure di reclutamento speciale “a regime” (art. 35, comma 3-bis del D.lgs. n. 165 del 2001). Potranno beneficiarne fino a 52 colleghi TD attualmente in servizio.

Restano esclusi dalle proroghe 25 titolari di contratto a tempo determinato scaduti prima dell’entrata in vigore della legge, ma che hanno maturato i requisiti L. 125/13. Sarà nostro impegno proporre all’Amministrazione di rivolgersi a loro per nuove assunzioni di personale a Tempo Determinato.