FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3930123
Home » Notizie dalle Regioni » Piemonte » Scuola lavoro: lettera unitaria CGIL, CISL, UIL Piemonte ad USR e Regione

Scuola lavoro: lettera unitaria CGIL, CISL, UIL Piemonte ad USR e Regione

I sindacati considerano lo sviluppo del rapporto istruzione, formazione, lavoro una “strategia essenziale per un nuovo sviluppo basato sull’innovazione e la qualità del lavoro e per un sistema educativo più inclusivo e aperto”.

26/02/2016
Decrease text size Increase text size

Cgil, Cisl e Uil del Piemonte (confederazioni e categorie di comparto) avanzano la richiesta di un Coordinamento regionale di indirizzo e proposta per la promozione del rapporto istruzione, formazione, lavoro nel quale siano rappresentati Ufficio scolastico regionale, regione Piemonte e parti sociali.

_________________

Lettera delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL, FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola del Piemonte

Al Direttore Regionale dell’USR Piemonte
Dott. Fabrizio Manca

All’Assessore Regionale Istruzione Formazione Lavoro
Dott.ssa Gianna Pentenero

Le scriventi organizzazioni sindacali, preso atto dell’Accordo Quadro USR Piemonte-Unione Industriale Torino su Alternanza scuola-lavoro siglato in data 22 febbraio 2016 e tenuto conto del Testo Unico su Apprendistato deliberato dalla Giunta regionale del Piemonte il 22 febbraio 2016, rivolgono alle SS.VV. la richiesta, già avanzata per il contesto nazionale al Ministro Giannini ed al Sottosegretario Toccafondi, di costituire un Coordinamento regionale di indirizzo e proposta per la promozione del rapporto istruzione, formazione, lavoro nel quale siano rappresentati Ufficio Scolastico Regionale, Regione Piemonte e Parti Sociali.

Cgil, Cisl e Uil considerano lo sviluppo del rapporto istruzione, formazione, lavoro una strategia essenziale per un nuovo sviluppo basato sull’innovazione e la qualità del lavoro e per un sistema educativo più inclusivo e aperto.

A questo riguardo ritengono necessaria la definizione di una sede stabile regionale di coordinamento che permetta la messa in atto di un piano di azione graduale e progressivo in cui convergano l’insieme degli strumenti e delle risorse economiche e professionali sulla materia, assicurando che esperienze di alternanza, apprendistato, impresa formativa simulata e altre forme condivise di interazione tra istruzione, formazione e lavoro vengano promosse e diffuse in contesti scolastici e lavorativi dotati dei requisiti, delle competenze e delle garanzie adeguate.

Si allega alla presente testo della lettera inviata dalle Segreterie nazionali Cgil, Cisl e Uil al Ministro Giannini ed al Sottosegretario Toccafondi per la costituzione di un Coordinamento nazionale.

In attesa di un gentile riscontro si porgono i più cordiali saluti.