FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3913471
Home » Notizie dalle Regioni » Piemonte » Dal 1° settembre l'avvio dei CPIA in Piemonte

Dal 1° settembre l'avvio dei CPIA in Piemonte

Lo rendono noto con un comunicato unitario FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS.

04/07/2014
Decrease text size Increase  text size

Le segreterie piemontesi di FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS hanno reso noto con un comunicato unitario l’ufficializzazione da parte dell’USR Piemonte dell’avvio dei CPIA nella regione. L’avvio, previsto per il prossimo 1 settembre, riguarda i 10 dei 16 CPIA già individuati dalla Regione nel piano dell’offerta formativa per l’anno 2014/15.

Le sedi, così come reso noto dal decreto 5343/14 dell’USR Piemonte saranno:

Provincia di Alessandria
Sede principale: Casale Monferrato Via Oliviero Capello, 3
Sede principale: Novi Ligure Via Rattazzi in Novi Ligure

Provincia di ASTI
Sede principale: Asti Via Govone 9

Provincia di Cuneo
Sede principale: Alba Via Accademia, 6
Sede principale :Cuneo Via Barbaroux, 7

Provincia di Novara
Sede principale: Novara Via Aquileia, 1

Provincia di Torino
Sede principale: Torino Via Vigone 63
Sede principale: Torino Via Bologna 153
Sede principale: Moncalieri Via Ponchielli, 18 bis c/o Scuola primaria Gabelli
Sede principale: Settimo Torinese Via Buonarroti, 8.

Fanno presente i sindacati che “la comunicazione - risalente al 30 giugno scorso -  avviene con notevole ritardo, essendo nota  ormai da circa 2 mesi questa decisione. Preoccupa il poco tempo a disposizione da qui a settembre per consentire il reale avvio delle nuove ed importanti istituzioni per l’Istruzione degli adulti.”

Da qui la richiesta delle segreterie per l’attivazione da parte dell’USR e della Regione Piemonte di un immediato tavolo di confronto con i sindacati, che affronti le molteplici questioni per l’avvio di questa nuova istituzione: da quelle logistiche, a quelle del personale Dirigente, Docente e Ata, ai supporti che  si intendono mettere a disposizione delle 10 nuove istituzioni.

I sindacati chiedono inoltre anche si affronti con chiarezza e tempestività anche il percorso che l’USR e la Regione intendono mettere in campo per i CTP e Corsi  serali afferenti ai 6 CPIA (Biella, Vercelli, Verbania, Ivrea, Piossasco e   Rivoli)  che non trovano avvio e che potranno funzionare come CTP e Corsi serali fino al 31 agosto 2015. “Ribadiamo che non è accettabile che ben 6 territori, tra i quali 3 province, non vedano l’avvio dei CPIA: nei prossimi mesi andranno individuate e avviate le azioni che dovranno portare a soluzione il problema del mantenimento e rilancio su tutti i territori della regione dell’offerta formativa per gli adulti.”

Tag: ctp/cpia