FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3899941
Home » Notizie dalle Regioni » Marche » Pesaro Urbino » Nasce a Pesaro il “comitato delle scuole in rete”

Nasce a Pesaro il “comitato delle scuole in rete”

Il 2 febbraio si è svolto un incontro provinciale alla presenza, tra gli altri, di alcuni candidati alle prossime elezioni politiche.

05/02/2013
Decrease text size Increase  text size

A cura della FLC CGIL Pesaro-Urbino

A seguito delle mobilitazioni in preparazione dello sciopero unitario del 24 novembre 2012 nella città di Pesaro si è costituito il “comitato delle scuole in rete” che condividendo i contenuti della mobilitazione svoltasi a Roma il 2 febbraio, ha promosso un evento/incontro/confronto attraverso facebook, invitando soggetti istituzionali, candidati nelle liste per le elezioni del 24/25 febbraio, l’associazionismo di base e le organizzazioni sindacali interessate ai temi dell’istruzione e della formazione.

Il 2 febbraio alle 15.30, presso la sala della biblioteca Bobbato di Pesaro, si è tenuto l'incontro a cui hanno spontaneamente aderito il Comitato genitori insegnanti per una scuola pubblica, il Coordinamento provinciale delle scuole di Pesaro-Urbino, docenti di scuole della provincia, personale ATA, genitori, studenti, dirigenti, l'assessore comunale ai lavori pubblici di Pesaro, il sindaco del Comune di Gradara, l’Assessore alla pubblica istruzione della Provincia, candidati nelle liste della sinistra.

Dal confronto sono emerse con chiarezza da parte di tutti i soggetti presenti alcune richieste verso i rappresentanti delle forze politiche che si candidano a governare il Paese:

  • la centralità nei programmi delle forze di sinistra dei temi sull’istruzione;
  • un programma dettagliato di riforme qualificanti per la scuola pubblica;
  • una politica anticiclica che torni ad investire in istruzione diritto allo studio;
  • una politica che sappia coniugare l’investimento pubblico con quello dell’edilizia scolastica;
  • riconquistare la democrazia tra i soggetti di rappresentanza della scuola;
  • ritornare alla contrattazione, ripristinare i diritti nei rapporti di lavoro;
  • definire le regole della rappresentanza;

definire le regole di un nuovo patto sociale tra generazioni.