FLC CGIL
Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

http://www.flcgil.it/@3811095
Home » Notizie dalle Regioni » Marche » Ancona » Mobilitazione ATA nelle Marche (Ancona)

Mobilitazione ATA nelle Marche (Ancona)

Comunicato stampa

12/09/2001
Decrease text size Increase  text size

CGIL- CISL - UIL Scuola ANCONA

Comunicato stampa

Al Ministro Pubblica Istruzione
Al Prefetto di Ancona
Al Direttore Regionale scuola Marche
Al Provveditore degli studi di Ancona
Alle segreterie nazionali scuola COn.. CISL UIL
Agli Organi di stampa

Oggetto: proclamazione stato di agitazione personale amministrativo, tecnico, ausiliario..

Il Decreto Ministeriale relativo ai criteri e parametri di determinazione degli organici del personale A. T .A. delle istituzioni scolastiche, sta creando, e certamente creerà all'avvio dell'anno scolastico 2001/2002 scompensi organizzativi gravi nelle scuole della Provincia di Ancona, con preoccupante ricaduta sull'attività tecnico/amministrativa e didattica.
Il decreto in questione riduce notevolmente gli organici del personale A. T .A. con un taglio ipotizzato per ora di oltre 75 unità.
Le indicazioni del Decreto Ministeriale non tengono assolutamente conto delle esigenze reali del nuovo modello organizzativo della scuola dell'autonomia.
Molti istituti scolastici della Provincia stanno lanciando un segnale d'allarme producendo numerose e vibrate proteste contro l'ostinazione, degli organi di governo del ministero della P.I. che non vogliono capire il reale disagio in cui operano le scuole.
Siamo al paradosso: aumentano gli impegni di lavoro e diminuiscono il personale addetto, creando situazioni di grave preoccupazione e stato di conflitto.

Per quanto sopra evidenziato, la CGIL CISL UIL SCUOLA proclamano lo STATO DI AGITAZIONE del personale A. T .A. della Provincia di Ancona e chiedono al Ministro della Pubblica istruzione quanto segue:

1) L'immediato ritiro del Decreto Ministeriale

2) L'individuazione di criteri e parametri di determinazione degli organici del personale A. T .A. che tengano conto della complessità della scuola dell'autonomia.

3) Il ripristino della normativa precedente per consentire in organico di fatto il recupero dei posti sottratti in organico di diritto.

Altresì i sottoscritti della presente chiedono un incontro urgente con il Prefetto di Ancona e con gli organi scolastici territoriali affiché intervengano presso il MPI per rappresentare la gravità del problema.

Ancona 14 settembre 2001

CGIL - CISL - UIL SCUOLA ANCONA