FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3850115
Home » Notizie dalle Regioni » Lombardia » Milano » Università di Milano - Bicocca, resoconto dell'assemblea sul DL 112/08

Università di Milano - Bicocca, resoconto dell'assemblea sul DL 112/08

Illustrati e commentati i vari articoli del decreto e le conseguenze nefaste a cui andrebbe incontro l'Università se il decreto passasse in Parlamento senza alcuna modifica.

15/07/2008
Decrease text size Increase  text size

Le iniziative di mobilitazione negli atenei

Pubblichiamo di seguito il resoconto dell'assemblea del personale dell'Università di Milano - Bicocca, convocata per discutere sui contenuti del Decreto Legge 112/08.

Roma, 15 luglio 2008
_________________

Resoconto assemblea del personale dell'Università Milano - Bicocca

Si è tenuta oggi l'assemblea del personale dell'Università Milano-Bicocca richiesta a gran voce dal personale Tecnico-Amministrativo.
Le Rsu e le OO.SS. hanno illustrato i vari articoli del DL 112/08 e le conseguenze nefaste a cui andrebbe incontro l'Università se il decreto passasse in Parlamento senza alcuna modifica.
Ci si è soffermati particolarmente sui tagli alla contrattazione integrativa che passerebbe da 2.058.000 euro a 1.227.000 ….. un salto verso il basso di 41 punti percentuale che impoverirà tutte le categorie dei lavoratori.
Il decreto bloccando i fondi per la contrattazione integrativa al 2004, penalizza particolarmente i giovani Atenei come Bicocca che nel 2004 avevano un organico quasi dimezzato rispetto al 2008.
L'attacco sferrato dai professori Brunetta e Tremonti ai nostri salari è rafforzato dall'articolo 71 del DL che comporterebbe, dati gli attuali livelli di contrattazione integrativa, una trattenuta giornaliera in caso di malattia pari a 12,50 euro per un lavoratore inquadrato nel livello contrattuale C1 e 82,00 euro per un EP al culmine della carriera.
Tutti i lavoratori hanno espresso l'urgenza di bloccare il decreto che tagliando l'FFO di fatto scaricherà sugli studenti e quindi le famiglie i costi della manovra.
Si è espresso con chiarezza l'iter di questo governo che ha cominciato con il discreditare i dipendenti pubblici facendo passare nell'Opinione Pubblica l'idea che siamo tutti dei fannulloni ed ora ci tagliano gli stipendi per finanziare il taglio dell'ICI e la detassazione degli straordinari e produttività nel settore privato…. una vera e propria Robin Hood tax al contrario che graverà per 136.382 euro sulle tasche degli stipendi dei dipendenti di Milano-Bicocca.
L'assemblea ha espresso grande preoccupazione per la stabilizzazione dei precari e per le sorti delle lavoratrici madri che vedranno rifiutarsi la concessione del passaggio a part-time perché il blocco delle assunzioni non permetterà all'Amministrazione la libertà di gestire il personale nel rispetto di una flessibilità attenta ai bisogni della famiglia.
Si è espressa anche la preoccupazione che le possibili trasformazioni degli Atenei in fondazioni uccideranno diritti costituzionalmente garantiti quali la libertà di ricerca e il diritto allo studio.
L'assemblea ha espresso la volontà che si apra un dibattito che coinvolga Docenti e Studenti e personale Tecnico-Amministrativo al fine di sottoscrivere un documento unitario che illustri le conseguenze nefaste dell'applicazione del decreto legge.
Tale documento sarà portato all'attenzione dell'opinione pubblica tramite gli organi di stampa e se non verrà modificato il decreto legge che demolisce il Sistema Universitario pubblico i lavoratori dell'Università di Milano - Bicocca proclameranno unitariamente con gli altri atenei lo stato di agitazione.

Le Rsu elette nelle liste della FLC Cgil assieme ai colleghi di Milano-Statale e Politecnico la settima scorsa hanno costituito un coordinamento e al termine delle assemblee degli altri Atenei del territorio metropolitano concorderanno iniziative comuni di mobilitazione per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle ripercussioni di una così scellerata manovrina di mezza estate.

Tag: dl 112/08