FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3943551
Home » Notizie dalle Regioni » Lombardia » Milano » Precari ricerca: condanna dell'INFN su ricorso della FLC CGIL di Milano

Precari ricerca: condanna dell'INFN su ricorso della FLC CGIL di Milano

L'Istituto dovrà risarcire un lavoratore inquadrato nel profilo di tecnologo.

27/10/2017
Decrease text size Increase  text size

Con la sentenza n. 2763/2017 pubblicata il 24 ottobre 2017, il Tribunale di Milano ha riconosciuto l’abuso della reiterazione di contratti a tempo determinato a carico di un lavoratore inquadrato nel profilo di tecnologo e ha condannato l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare a corrispondere il massimo di 12 mensilità di risarcimento oltre al pagamento delle differenze retributive maturate.

La reiterata assunzione del ricorrente nel profilo tecnologo, III livello del CCNL, attraverso la stipula di più contratti a tempo determinato nel periodo dall’1/03/2002 all’1/07/2016, esprime, secondo il Giudice, la continuità, l’identità e la rilevante durata della prestazione lavorativa a favore dell’INFN.

La FLC CGIL di Milano esprime piena soddisfazione per l’esito di questo ricorso sostenuto con determinazione e con il patrocinio dell’avvocato Ambrosini. Il riconoscimento dell’abuso reiterato da INFN e dei diritti del lavoratore ricollocano nella giusta direzione le nostre rivendicazioni.

Una sentenza che rafforza la denuncia e la mobilitazione della FLC CGIL a sostegno della stabilizzazione del personale precario che ha raggiunto drammatiche dimensioni negli Enti Pubblici di Ricerca.

Il nostro Paese ha urgente bisogno di rilanciare la ricerca pubblica non solo nelle dichiarazioni, ma predisponendo finanziamenti adeguati e stabilizzando le lavoratrici e i lavoratori precari. Lo stiamo chiedendo da tempo, continueremo a farlo con la manifestazione unitaria del 7 novembre a Roma affinchè anche la legge di bilancio nella discussione in Parlamento accolga questa urgenza. Non ci fermeremo.

Altre notizie da: