FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3940003
Home » Notizie dalle Regioni » Lombardia » Brescia » 28 maggio 1974 - 28 maggio 2016: oggi come allora... per una società più giusta

28 maggio 1974 - 28 maggio 2016: oggi come allora... per una società più giusta

Le compagne e i compagni della FLC CGIL di Brescia ricordano le vittime della strage fascista che provocò la morte di otto persone e il ferimento di altre centodue.

28/05/2017
Decrease text size Increase  text size

Livia, Giulietta, Clementina, Luigi, Alberto, Bartolemeo, Vittorio, Euplo erano in piazza perché volevano raggiungere un’utopia: una società più giusta, cercando di farla vivere nella quotidianità consapevoli del fatto che se s’insegue un’idea, pur giusta che sia, e non si trovano le strade per farla diventare quotidiano, allora si procede verso l’astratto.

La Piazza quel giorno era un pezzo di percorso verso quell’utopia: affermare i principi democratici di una società che aveva ancora memoria della barbarie fascista, una società che non accettava di rinunciare ai diritti conquistati con le lotte e tramite la cultura.
Cultura come processo di conoscenza, ma anche critica alla stessa per operare le proprie scelte. Tutto ciò, però, mantenendo il dubbio. La cultura, quindi, non come un processo che porta ad avere una verità, ma che induce al confronto con l’altro, pur essendo forte delle tue conoscenze.

Dopo quarantatré anni, oggi noi saremo in quella Piazza per raggiungere quella stessa utopia, consapevoli del fatto che il sacrificio delle compagne e dei compagni caduti è lo stesso sacrificio di chi muore per la ferocia dei nuovi fascismi che avanzano.

Oggi, quando gli otto rintocchi riecheggeranno in tutta la città, come allora rinnoveremo con forza il mandato che la città si diede all’indomani della strage fascista: spendere la propria vita per una società più giusta.

Le compagne e i compagni della FLC CGIL di Brescia.