FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3958655
Home » Notizie dalle Regioni » Liguria » Savona » Savona: manifestazione "Rendiamo stabile il lavoro"

Savona: manifestazione "Rendiamo stabile il lavoro"

Il 14 ottobre i lavoratori precari della scuola scendono in piazza. Appuntamento davanti alla Prefettura.

08/10/2020
Decrease text size Increase  text size

A cura della FLC CGIL di Savona

COMUNICATO UNITARIO FLC CGIL - CISL SCUOLA - UIL SCUOLA - SNALS
Segreterie provinciali di Savona

RENDIAMO STABILE IL LAVORO

In questo momento il sistema di istruzione sta fronteggiando l'esigenza di coprire i posti vacanti non assegnati ai ruoli e un numero di supplenze che supera ampiamente le 200 mila unità. La maggior parte delle scuole eroga il servizio a orari ridotti perché ci sono ci sono ancora decine di migliaia di cattedre scoperte.
Ormai da mesi viviamo una condizione di assenza generale di disponibilità al confronto da parte del Ministero dell'Istruzione rispetto alle parti sociali, con il risultato che sul fronte delle assunzioni si è registrato un vero fallimento delle misure annunciate - solo 24 mila posti assegnati a fronte degli 84 mila annunciati - e sul fronte delle supplenze continuano i disagi determinati dai ritardi e dagli errori nelle graduatorie.
Oggi la scuola si regge anche sulle spalle di quel 30% di organico precario che opera con professionalità e serietà, tutte persone rispetto ai quali si è abusato l'uso del contratto a termine senza mai offrire loro alcuna possibilità di abilitazione o di stabilizzazione, una condizione sanzionata tra l'altro dalla legislazione europea in materia di diritto del lavoro.
Le nostre rivendicazioni si richiamano ai principi della Costituzione che vedono nell'istruzione un diritto che va garantito a tutti, e nel riconoscimento della dignità e della forza del lavoro quale fondamento da cui riparte la ripresa del nostro Paese.

Mobilitazione dei lavoratori precari della scuola a Savona
14 ottobre ore 16.30, in piazza Saffi davanti alla Prefettura

Obbligo di mascherine e pieno rispetto delle misure di distanziamento anti Covid