FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3938451
Home » Notizie dalle Regioni » Lazio » Roma » Scuola Germanica di Roma: adesione al 100% dei docenti assunti in loco che oggi hanno scioperato e manifestato davanti ai cancelli

Scuola Germanica di Roma: adesione al 100% dei docenti assunti in loco che oggi hanno scioperato e manifestato davanti ai cancelli

I docenti della scuola germanica di Roma assunti in loco hanno aderito in massa allo sciopero proclamato dalla FLC CGIL di Roma COL; meno di 50 alunni presenti in Istituto a fronte degli oltre 800 iscritti che ogni giorno frequentano la scuola.

23/03/2017
Decrease text size Increase  text size

Lo sciopero è stato indetto a seguito della grave e inaccettabile decisione da parte del Consiglio di Amministrazione che ha deciso di interrompere unilateralmente le trattative per il rinnovo del contratto di lavoro nonostante si sia consolidata nei decenni precedenti una regolare pratica di confronto tra il CdA, FLC CGIL e rappresentanze sindacali aziendali.

La decisione del CdA è resa ancora più grave dalla comunicazione inviata dallo stesso CdA ai genitori e al personale docente assunto in loco di non volere più riprendere le trattative, in corso fino a settembre 2016, ma di adottare un regolamento interno.  

I docenti assunti in loco, che oggi hanno ricevuto la solidarietà dei colleghi docenti comandati dal Governo tedesco in Italia con una lettera inviata anche ai genitori degli alunni, chiedono:

  1. la ripresa delle trattative per il rinnovo del contratto aziendale con la rappresentanza sindacale e le Organizzazioni Sindacali;
  2. il mantenimento del modello contrattuale in vigore.

Per la FLC CGIL la scelta del CdA è ingiustificata e appare provocatoria dopo che nei giorni scorsi l’ispezione federale annuale del Governo tedesco ha conferito il sigillo di qualità come “Scuola tedesca all’estero eccellente” che lo stesso CdA ha comunicato al personale.

Nel frattempo siamo venuti a conoscenza di una lettera del CdA inviata ai genitori degli alunni contenete false e tendenziose affermazioni lesive della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori in sciopero e dei dirigenti della FLC CGIL. Di questi ultimi fatti la FLC CGIL si riserva d’intraprendere ogni iniziativa sindacale e legale.

Chiediamo un urgente incontro con il CdA e la ripresa del negoziato. In mancanza la mobilitazione continuerà.

Scuola Germanica 23 marzo 2017 (2)-2 Scuola Germanica 23 marzo 2017-3

_______________________

Cara comunità scolastica,
al termine di una settimana molto intensa di lavoro nell’ambito dell’ispezione federale-regionale 2.0 (BLI 2.0), venerdì scorso i tre ispettori, la Signora Caffo, il Signor Knieling e il Signor Preuß hanno presentato i risultati dell’ispezione alla comunità scolastica. 
Come già 6 anni fa, alla Scuola Germanica Roma è stato conferito il sigillo di qualità “Scuola tedesca all’estero eccellente”. Secondo quanto riferito dagli ispettori, i requisiti per la BLI 2.0 sono stati elevati, e ciò nonostante la SG Roma è riuscita a migliorare notevolmente, il che ci rende orgogliosi e dimostra l’eccellente lavoro svolto presso questa scuola. 
La nostra gratitudine è rivolta a tutti gli interessati per il loro impegno durante l’attuale ispezione e soprattutto a coloro che, negli anni passati, hanno attuato gli obiettivi di sviluppo emersi nell’ultima BLI. Ringraziamo vivamente i tre ispettori per il lavoro svolto e proseguiremo il nostro compito per garantire che la nostra scuola resti eccellente.
Cordiali saluti
Il Consiglio d’Amministrazione e la Direzione Scolastica

Roma, 21 marzo 2017

______________________

Presa di posizione degli insegnanti statali inviati dalla Germania (ADLK) sull’attuale situazione a scuola

Cari genitori della Scuola Germanica Roma,

dichiariamo la nostra solidarietà nei confronti delle nostre colleghe e dei nostri colleghi assunti con un contratto italiano (OLK). Appoggiamo le loro richieste al Consiglio di Amministrazione, vale a dire la ripresa immediata delle trattative per il rinnovo del contratto in presenza dei rappresentanti sindacali interni ed esterni e il mantenimento dell’attuale forma di contratto e di trattative.

Essendo funzionari dello stato tedesco noi non abbiamo diritto allo sciopero e non siamo peraltro coinvolti direttamente nel conflitto; per queste ragioni siamo obbligati a tenere regolarmente le nostre lezioni e a svolgere servizio di sorveglianza nelle classi delle colleghe e dei colleghi in sciopero. Nelle ore di sorveglianza però non faremo lezione, perché ciò rappresenterebbe un‘interruzione dello sciopero.

Ci auguriamo che in questa difficile situazione si possa trovare una soluzione condivisa per il bene di tutta la scuola.

Cordiali saluti

Firmato

….