FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3851833
Home » Notizie dalle Regioni » Lazio » Con il maestro unico il governo Berlusconi toglie il diritto all’istruzione alle bambine e ai bambini e al personale della scuola il diritto al lavoro

Con il maestro unico il governo Berlusconi toglie il diritto all’istruzione alle bambine e ai bambini e al personale della scuola il diritto al lavoro

Comunicato stampa della segreteria FLC Cgil Roma e Lazio

09/09/2008
Decrease text size Increase  text size

Con il D.L. 137 del 1/9/08 la scuola italiana viene riportata indietro di oltre 30 anni e si distrugge con un sol colpo un modello didattico e pedagogico di qualità che la colloca ai primi posti al mondo, spazzando via:

  • ore di scuola, perché si riduce l’attuale orario di lezione abbassandolo a 24 ore settimanali,

  • il tempo pieno che sarà sostituito, al massimo e se ce né saranno le condizioni da un po’ di ore in più, non si sa fatte da chi né da chi pagate (torna il vecchio doposcuola scaricato ai comuni);

  • insegnanti specializzati, perché costringe un unico docente ad insegnare tutto ciò che fino ad oggi veniva garantito da docenti appositamente formati (spazzando via insegnanti d’inglese, sostegno e religione).

E’ evidente che la che la motivazione è quella di fare cassa e assestare un colpo mortale alla scuola pubblica di questo paese gettando le basi per la regionalizzazione e privatizzazione del sistema dell’istruzione.
Infatti per quanto riguarda il personale della scuola.

  • oltre 80.000 posti di lavoro in meno, solo a Roma oltre 1800 docenti in meno, e impedire a migliaia di docenti e ATA, non solo di essere immessi in ruolo, ma anche dopo anni e anni di precariato di non poter continuare a lavorare nella scuola.

Pertanto la segreteria della FLC Cgil di Roma e del Lazio

invita

i Collegi dei Docenti, i Consigli di Circolo, i Consigli d’Istituto, le assemblee di tutto il personale scolastico, a preparare documenti, ordini del giorno, raccolta di firme e promuovere tutte le iniziative utili e possibili per sensibilizzare l’utenza scolastica e l’opinione pubblica, per contrastare gli effetti del decreto137/08.

nel contempo

la FLC Cgil è a disposizione per ogni informazione utile a riguardo e nei prossimi giorni predisporrà un calendario di assemblee e di mobilitazioni.

La Segreteria FLC Cgil di Roma e del Lazio

Roma, 3 settembre 2008