FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3951526
Home » Notizie dalle Regioni » Emilia Romagna » INFN: i lavoratori delle sezioni di Bologna, Ferrara e CNAF in mobilitazione a sostegno dello sciopero nazionale dell'Ente

INFN: i lavoratori delle sezioni di Bologna, Ferrara e CNAF in mobilitazione a sostegno dello sciopero nazionale dell'Ente

Sciopero, assemblea, protesta, volantinaggio e flash mob a Bologna.

30/05/2019
Decrease text size Increase  text size

Le lavoratrici ed i lavoratori dell'INFN di Bologna e di Ferrara, presenti con una delegazione al presidio di oggi 30 maggio 2019 a Roma in concomitanza con lo sciopero, si mobilitano anche sul territorio con iniziative di volantinaggio, flash mob, e con una assemblea per denunciare lo stato di disagio e difficoltà in cui si trovano per i problemi dovuti allo stallo sul processo di stabilizzazione e sulla trattativa integrativa.

Le RSU congiuntamente alle organizzazioni sindacali al fianco dei lavoratori denunciano tutte le problematiche in un comunicato distribuito durante l'iniziativa.

INFN Bologna 30 maggio 2019 (3)-2 INFN Bologna 30 maggio 2019 (2)-2 INFN Bologna 30 maggio 2019 (1)-2

______________

FLC CGIL – CISL FIR FEDERAZIONE INNOVAZIONE E RICERCA – FEDERAZIONE UIL SCUOLA RUA -
FGU GILDA-UNAMS DIPARTIMENTO RICERCA SEZIONE ANPRI

Comunicato R.S.U. INFN – Sezioni di Bologna, Ferrara e CNAF

Tante sono le questioni ancora aperte per il personale dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, che non trovano risposte da parte dell’Amministrazione. Questo nonostante gli eccellenti ed importanti risultati ottenuti dall’INFN in questi anni, che sono stati possibili grazie all’impegno di tutto il personale: Ricercatori e Tecnologi, personale Tecnico ed Amministrativo, sia precario che stabile.

LA MANCATA APPLICAZIONE DEGLI ISTITUTI CONTRATTUALI CHE VALORIZZANO LA PROFESSIONALITÀ DEI DIPENDENTI (Art. 15, 53 e 54):

da 10 anni ormai non si effettua nessuna progressione di livello per Amministrativi e Tecnici, e per i Ricercatori e Tecnologi i numeri sono esigui.

LA MANCATA STABILIZZAZIONE DI TUTTO IL PERSONALE PRECARIO CON L’INTRODUZIONE DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE DI RESTRIZIONI NON IN LINEA CON LO SPIRITO DELLA LEGGE MADIA:

la legge Madia ha previsto la stabilizzazione del personale precario con almeno 3 anni di anzianità al 31/12/2017; le successive circolari hanno chiarito che anche i periodi di lavoro con contratto di Assegno di Ricerca e Co.Co.Co sono valevoli per la stabilizzazione; sono previsti anche concorsi con riserva massima del 50% per chi ha solo all’attivo periodi di contratti “flessibili”.

Nonostante questo e nonostante l’assegnazione di fondi dedicati, l’INFN, che non ha mai digerito la stabilizzazione dei Ricercatori e Tecnologi, ha comunque effettuato solo in parte le stabilizzazioni, senza tenere in considerazione lo spirito della norma ben chiarito dalle circolari ed introducendo a proprio arbitrio altri vincoli. Inoltre non c’è alcuna volontà di istituire i concorsi riservati, nel complesso differenziando notevolmente l’approccio rispetto agli altri Enti del comparto ed inducendo così il personale ad attivare ricorsi alla giustizia amministrativa od ordinaria.

IL MANCATO AVVIO DELLA TRATTATIVA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO 2017 E 2018:

nonostante le richieste di avviare le trattative, ancora non si è vista nessuna proposta.

LA PERSISTENTE MANCANZA DI VOLONTÀ DI SANARE DISCRIMINAZIONI DI TRATTAMENTO TRA I DIPENDENTI:

il personale assunto dopo il 2008 non può accedere ad un trattamento integrativo di cui godono i dipendenti più “anziani”, ed al momento non si rileva alcuna volontà di sanare questa evidente discriminazione, lasciando i singoli in balia degli eventuali esiti giudiziari.

Per queste ragioni, sentito il personale, le RSU e le OO.SS. locali hanno deciso di

INDIRE UN’ASSEMBLEA LOCALE CON RADUNO E VOLANTINAGGIO
PRESSO LE SEDI DI BOLOGNA VIALE BERTI PICHAT E VIA IRNERIO
DALLE ORE 10 ALLE 11 DEL 30 MAGGIO 2019

In concomitanza con lo SCIOPERO GENERALE INFN di un’ora ed a sostegno del PRESIDIO presso la Presidenza INFN a Roma.

Altre notizie da: