FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3930713
Home » Notizie dalle Regioni » Basilicata » Matera » A Matera il seminario unitario sull'apprendimento permanente e i centri provinciali per l'istruzione degli Adulti

A Matera il seminario unitario sull'apprendimento permanente e i centri provinciali per l'istruzione degli Adulti

Il resoconto del seminario che FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola di Matera hanno organizzato per il 18 marzo scorso.

21/03/2016
Decrease text size Increase  text size

Il  18 marzo 2016, presso l’Aula Magna della sede del CPIA della provincia di Matera si è svolto la Conferenza/Seminario dal titolo: “Le reti territoriali per l’apprendimento permanente ed i Centri Povinciali per l’istruzione degli Adulti: due scommesse importanti per il futuro della nostra Regione”, promosso dalla FLC CGIL, Cisl Scuola e Uil Scuola della provincia di Matera.  

Sono intervenuti:

  • i Segretari Generali Regionali della FLC CGIL, Eustachio Nicoletti, della Cisl Scuola, Loredana Fabrizio e della Uil Scuola, Michelangelo Ferrara.
  • la Consigliere provinciale Anna Maria Amenta (delegata dal Presidente della Giunta provinciale) e l’Assessore alle politiche sociali del Comune di Matera – Marilena Antonicelli.
  • la Segretaria Nazionale della FLC CGIL Nazionale, Anna Fedeli.

Hanno partecipato i Dirigenti scolastici ed  il  personale docente e Ata del CPIA e dei Corsi per Adulti della provincia di Matera.

Con il contributo di tutti gli intervenuti, la Conferenza ha permesso di mettere a fuoco la condizione di difficoltà organizzative e progettuali del CPIA della provincia di Matera alla luce della normativa attuale e degli interventi degli Enti Locali.

I rappresentanti degli Enti Locali presenti hanno preso atto dell’importanza del ruolo che possono svolgere i CPIA per la realizzazione dell’educazione permanente sul territorio e hanno accettato la proposta avanzata dalle Organizzazioni Sindacali di creare CONCORDANZE di interventi tra il CPIA e l’Amministrazione provinciale e comunale finalizzata all’elaborazione di un progetto di rilancio dei:

  • percorsi di primo livello finalizzati al conseguimento del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione (primo periodo didattico) e della certificazione attestante l'acquisizione delle competenze di base connesse all'obbligo di istruzione (secondo periodo didattico);
  • percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana e destinati agli adulti stranieri finalizzati al conseguimento di un titolo attestante il raggiungimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue elaborato dal Consiglio d'Europa;
  • corsi di secondo livello sono finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione tecnica, professionale e artistica e sono strutturati in tre periodi didattici correlati alla struttura ordinamentale della scuola secondaria di II grado: primo biennio, secondo biennio, quinto anno

rivolti in particolare ai cittadini italiani,  stranieri immigrati in Italia e detenuti nelle case di reclusione.

In particolare si è sottolineato la necessità di attivare incontri con il Prefetto di Matera per sburocratizzare il percorso linguistico per il conseguimento del permesso di soggiorno e con il Direttore della Casa Circondariale per migliorare l’attività didattica e costruire percorsi integrati tra istruzione e formazione professionale nell’istituto di pena.  

Infine, gli intervenuti hanno convenuto la necessità che il percorso  di rilancio del CPIA passi attraverso la presentazione di un progetto comunitario sostenuto dall’Amministrazione provinciale e Comune di Matera presso la Regione Basilicata che importanza e sostegno economico alle attività didattiche e progettuali del Centro Provinciale per istruzione degli adulti.

          cpia

Servizi e comunicazioni

Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL