FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3929275
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Un concorsone...in bocca al lupo!

Un concorsone...in bocca al lupo!

di Pippo Frisone

24/01/2016
Decrease text size Increase text size
ScuolaOggi

Dopo l’approvazione definitiva del Regolamento sulle nuove classi di concorso,  prende il via libera anche il concorsone a 63.712 posti. I posti sembrano tanti ma spalmati nel triennio, andranno a coprire il turn-over. Nella prima settimana di febbraio, assisteremo alla prima novità: non un solo bando di concorso ma tre concorsi distinti e separati.

Ci sarà quindi un bando distinto per Infanzia e Primaria, un secondo bando  per i docenti della secondaria e un terzo per i posti di sostegno .                                                                     

Non ci saranno prove preselettive, nemmeno per i diplomati dell’Infanzia e Primaria, come in un primo momento era previsto, salvo che il numero dei partecipanti superi di 4 volte i posti messi a concorso.     Titolo d’accesso al concorso è l’abilitazione all’insegnamento, compreso il vecchio diploma magistrale, se conseguito entro il 2001 poichè è stato considerato abilitante. Ingegneri  e laureati in scienze politiche, vengono ripescati  in questa tornata concorsuale, rispettivamente per scienze matematiche e discipline giuridiche. Per partecipare al concorso sui posti di sostegno, invece, oltre all’abilitazione è richiesto il diploma di specializzazione.

Altro requisito che con molta probabilità è quello che farà la differenza, è la conoscenza di almeno una lingua straniera, considerato che ¼ delle prove sarà in lingua straniera. Per la scuola Primaria è obbligatorio l’Inglese, nella secondaria anche il francese, tedesco e spagnolo, a scelta del candidato.  Nelle prove scritte non sono previsti quiz ma solo risposte aperte e computerizzate. La prova orale consisterà nella simulazione di una lezione. 

Altra novità è compresa nella tabella di valutazione dei titoli: ogni anno di servizio, di almeno 180gg. nella specifica classe di concorso, darà diritto   a mezzo punto (0,5). Non è valutato il servizio sul sostegno al di fuori dello specifico bando di concorso.                                                                                                                                                                             

  I posti a concorso risultano così suddivisi: 52.828 posti comuni ,  5.766  posti di sostegno e 5.118 posti dell’organico potenziato. Le classi di concorso nella secondaria, col nuovo regolamento, sono state sfoltite, passando dalle attuali 168 a 116, comprendendo queste ultime, 13 nuove classi di concorso, per lo più riguardanti discipline nei licei musicali e non solo. Si prevede una partecipazione di almeno 200-250 mila partecipanti, per lo più abilitati nei PAS, nei due cicli di TFA e attualmente inseriti in seconda fascia nelle graduatorie d’istituto. Sono in larga parte gli attuali supplenti annuali e temporanei che, rimasti fuori dalla stabilizzazione della Buona Scuola, meritavano ben altro trattamento che mezzo punto all’anno!   Per tutti costoro, tuttavia, si apre un’opportunità dopo tanti sacrifici e costi non indifferenti, anche se poi solo 1:4 ce la farà! Le assunzioni saranno spalmate nel triennio 16/19 che è la durata della validità delle future graduatorie. Le prime prove sono previste in marzo-aprile e al 1° settembre, salvo intoppi o incidenti di percorso,  i primi 20mila saliranno in cattedra !                                                                  

A quanti si cimenteranno con prove scritte, pratiche e orali certamente non facili, ai precari delusi ma decisi a giocarselo fino in fondo, non ci resta che augurare, un concorso… “ in bocca al lupo !”

 


Servizi e comunicazioni

Firma per i referendum scuola
Scuorum: referendum scuola
La nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Carta dei diritti: dove firmare
Carta dei diritti universali del lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL
I giovani e la FLC CGIL
Giovani e sindacato
Seguici su facebook