FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3958501
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Quei docenti che non ci sono

Quei docenti che non ci sono

Dietro le 64 mila domande per 32 mila posti notevoli differenze tra regioni e classi di concorso

29/09/2020
Decrease text size Increase text size
ItaliaOggi

CArlo Forte

Sono 64mila le domande di partecipazione al concorso straordinario le cui prove si terranno il 22 ottobre prossimo (il dettaglio per classe di concorso e regione sul sito www.italiaoggi.it). E i posti sono 32 mila. A prima vista le probabilità di vincere il concorso sono pari a circa il 50% per ogni candidato. Ma in realtà la situazione è molto variegata. In alcune classi di concorso ci sono molti più candidati di quanti ne servirebbero e in altre il rapporto cattedre/candidati è al di sotto di 1:2. Per i posti di sostegno la curva somiglia alle montagne russe: in alcuni casi i posti sopravanzano e di molto il numero delle domande. In pratica ci sono molti più posti rispetto al numero dei candidati. E in altri casi succede l'opposto. I dati e le percentuali, peraltro, mutano da regione per regione.

In Lombardia, dove sono in palio complessivamente 6929 cattedre a fronte di 12584 domande, nella classe di concorso A001, Arte e immagine, i posti sono 125, ma le domande pervenute sono 621. Va meglio agli aspiranti docenti della classe A012, Lettere II grado, dove ci sono 389 posti disponibili e 552 domande. Mentre per la classe A016, disegno artistico e modellazione odontotecnica, i posti sono 3 e le domande 14. Per A022, Lettere I grado, le cattedre messe a concorso sono 862 e le domande 1540, mentre, la classe A032, Italiano per alloglotti, nel c'è nemmeno un posto ma le domande sono 13. Per Musica nella scuola media (classe A030) i posti sono 121 e i candidati 530. Nella classe A028, Matematica e scienze, invece, a fronte di 680 posti disponibili vi sono 1242 domande. Infine per educazione fisica, nella scuola media le cattedre a concorso sono 301 e le domande 2014 e alle superiori a fronte di 163 cattedre le istanze sono 406.

Confrontando il dato della Lombardia con quello della Sicilia il rapporto cattedre/candidati emergono dinamiche diverse. A fronte di 1144 posti e 3658 domande, nella classe di concorso A001, Arte e immagine, i posti sono 12, ma le domande pervenute sono 106. Anche in questo caso, va meglio agli aspiranti docenti della classe A012, Lettere II grado, dove ci sono 58 posti disponibili e 135 domande. Nella classe A016, Disegno artistico e modellazione odontotecnica, c'è un solo posto e le domande sono 7. Per A022, Lettere I grado, le cattedre messe a concorso sono 125 e le domande 288, mentre, nella classe A032, Lettere per alloglotti, non c'è nemmeno un posto e zero domande. Per Musica nella scuola media (classe A030) i posti sono 57 e i candidati 118. Nella classe A028; Matematica e Scienze, a fronte di 104 posti disponibili vi sono 265 domande. Infine per Educazione fisica, nella scuola media le cattedre a concorso sono 35 e le domande 61 e alle superiori a fronte di 26 cattedre le istanze sono 71.

Al Centro, in particolare nel Lazio, dove a fronte di 2695 cattedre poste a concorso sono pervenute 5807 domande, nella classe di concorso A001, Arte e immagine, i posti sono 71, ma le domande pervenute sono 208. La bilancia si riequilibra nella classe A012, Lettere II grado, dove ci sono 131 posti disponibili e 175 domande. Nella classe A016, Disegno artistico e modellazione odontotecnica, la partita finisce 0 a 0 per carenza di posti e di aspiranti. Per A022, Lettere I grado, le cattedre messe a concorso sono 268 e le domande 522, mentre, nella classe A032, Lettere per alloglotti, ci sono 2 posti e 8 domande. Per Musica nella scuola media (classe A030) i posti sono 68 e i candidati 263. Nella classe A028, Matematica e Scienze, a fronte di 236 posti disponibili vi sono 520 domande.

Per Educazione fisica, nella scuola media le cattedre a concorso sono 97 e le domande 140 e alle superiori a fronte di 56 cattedre le istanze sono 146.

Sul sostegno, in Lombardia, il quadro si ribalta completamente: i posti messi a concorso sul sostegno alle medie sono 1259 e le domande sono appena 261 e alle superiori, a fronte di 421 posti disponibili, le domande sono appena 100. In Sicilia, il quadro muta totalmente: i posti messi a concorso sul sostegno alle medie sono 80 e le domande sono 96 e alle superiori, a fronte di 9 posti disponibili, le domande sono 128. Al Centro, nel Lazio, alle medie ci sono 173 posti e 564 domande e alle superiori 43 posti e 207 domande.

Tornando al Nord, il quadro si riallinea grosso modo alla situazione della Lombardia in termini di percentuali: 426 posti alle medie contro 131 aspiranti e 264 disponibilità alle superiori contro appena 52 candidati. In Piemonte il dato del sostegno diventa ancora più allarmante: a fronte di 458 posti alle medie, le domande sono appena 58 e alle superiori ci sono 287 posti e 68 domande. Al Centro, in Toscana, il rapporto posti/candidati si riequilibra: a fronte di 226 posti le domande sono 119 e alle superiori addirittura la partita finisce sostanzialmente in pareggio: 124 posti e 125 candidati. Curioso il dato della Campania: 161 posti alle medie e 91 domande contro 6 posti e 215 domande alle superiori. In linea con la media il dato della Sardegna: 98 posti alle medie contro 63 domande e 51 posti alle superiori e 58 domande.