FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3954134
Home » Rassegna stampa » Nazionale » «Per 28 posti ho convocato 1.500 precari»

«Per 28 posti ho convocato 1.500 precari»

Carlo Braga, preside dell’istituto tecnico Salvemini di Casalecchio di Reno (Bologna), ne sa qualcosa della «supplentite».

10/01/2020
Decrease text size Increase text size
Corriere della sera


All’inizio dell’anno scolastico gli mancavano 28 docenti di sostegno su 36: Carlo Braga, preside dell’istituto tecnico Salvemini di Casalecchio di Reno (Bologna), ne sa qualcosa della «supplentite».

Li ha trovati poi i suoi insegnanti?

«Certo, ma convocandone 1.500. Sa perché? Perché noi non possiamo scegliere, dobbiamo solo convocare in base al punteggio in graduatoria, che dipende dal voto di laurea e dall’anzianità di servizio. E quando chiamiamo, arriva di tutto: persone che fanno altri lavori, gente che non vuole spostarsi, insegnanti che dicono di sì e poi si mettono in malattia, persone che non hanno mai insegnato e che per puro caso si trovano inseriti in classi di adolescenti a far lezione...».

Come si procede?

«Non possiamo scegliere, dobbiamo solo andare avanti e scorrere la graduatoria fino a trovare i docenti disposti a occupare quel posto».

Un lavoro massacrante?

«Esatto. Per noi e per le segreteria, oberata di procedure amministrative. Perché per 28 cattedre vacanti potresti arrivare anche a fare il doppio dei contratti. E soprattutto c’è una difficoltà di valutazione della didattica: i singoli non sono soggetti a valutazione. L’insegnamento è l’unico lavoro dove prima vieni assunto e poi dimostri quello che sai fare».


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33

I più letti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL