FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3939049
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Padoan: 'Numero precari da stabilizzare in base a coperture'

Padoan: ‘Numero precari da stabilizzare in base a coperture’

“Il numero di posti in organico di fatto da far confluire nell’organico dell’autonomia deve essere individuato tenendo conto della spesa annuale di personale, delle progressioni economiche di carriera, degli arretrati e delle ricostruzioni di carriera – ha aggiunto

20/04/2017
Decrease text size Increase text size
Tuttoscuola

“La legge di Bilancio 2017 ha previsto l’istituzione di un fondo di 140 milioni nel 2017 e di 400 milioni a decorrere dal 2018” per la “determinazione dei posti effettivi dell’organico di fatto del personale docente”, ecco perché “i tecnici del Miur stanno lavorando con i tecnici del Mef per giungere a una corretta definizione del contingente” da stabilizzare “tenendo in considerazione tutti i parametri e gli elementi di valutazione a disposizione”. Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, durante il Question time alla Camera sulla stabilizzazione del personale del comparto scuola assunto con contratti a termine, anche alla luce di un recente pronunciamento della Corte di Cassazione. Lo riporta l’agenzia di stampa Italpress.

“Il numero di posti in organico di fatto da far confluire nell’organico dell’autonomia deve essere individuato tenendo conto della spesa annuale di personale, delle progressioni economiche di carriera, degli arretrati e delle ricostruzioni di carriera – ha aggiunto -. Nonché gli oneri connessi all’attribuzione della carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione dei docenti di ruolo, dell’importo nominale di 500 euro annui per ciascun posto”. “L’individuazione dovrà essere coerente con i principi contabili generali relativi all’individuazione della copertura finanziaria degli oneri – ha proseguito Padoan -. Il numero di docenti da stabilizzare potrà  essere individuato solo sulla base di informazioni puntuali sullo stato giuridico amministrativo dei docenti che si intende stabilizzare”.