FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3956601
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Orari all'aperto, Kit docenti e turni anche al pomeriggio

Orari all'aperto, Kit docenti e turni anche al pomeriggio

Ecco come si preparano i licei

16/06/2020
Decrease text size Increase text size
Il Messaggero

Laboratori della scuola chiusi ormai da cento giorni. È questo uno dei 220 istituti superiori della Capitale dove la preparazione per l'Esame di Stato è ancora in corso. Tante le difficoltà incontrate dalle scuole, non solo romane, nel reperire i dispenser con i gel, i dispositivi di sicurezza per i professori, nell'organizzare gli ambienti al fine di garantire quel distanziamento sociale di almeno due metri tra candidato e commissioni. 
Un vociare continuo e attenuato dai tessuti dei dispositivi di protezione facciali rimbomba lungo i corridoi del Vespucci. È il vociare dei professori, membri delle commissioni, che camminano a distanza, si parlano da lontano, mettono a punto il calendario degli orali: «Si andrà avanti fino ai primi giorni di luglio - spiega la vicepreside - perché possiamo esaminare non più di cinque studenti al giorno». Ma il Vespucci con oltre 200 maturandi ha disposto anche gli orali durante il pomeriggio per non incorrere in un ritardo. Un unicum nella lunga storia dell'Esame di Stato che sarà adottato non solo da questa scuola di periferia. All'ingresso una collaboratrice scolastica spiega pedissequamente il suo ruolo: «Accoglierò i ragazzi, gli farò strada, usciranno da una porta diversa da dove sono entrati». Si sente responsabilizzata e lo mostra con fierezza. All'ingresso del Vespucci, proprio alla fine di quella scalinata mangiata dal tempo, una scritta adesiva informa: «Rispetta la distanza di sicurezza».
LA SICUREZZASuperata la porta ecco il primo dispenser di gel disinfettante, «è elettronico, basta mettere la mano sotto che scende il liquido - spiega con tanto di dimostrazione il direttore dei servizi generali e amministrativi Gianluigi Alessio - abbiamo scelto questi per evitare il contatto con le mani di studenti e professori». Su una grande bacheca sono state affisse le planimetrie dell'istituto, evidenziati i percorsi, tracciate le aule disponibili per le sedute di esame. E poi ancora le frecce in terra e sulle pareti che indicato le uscite, le classi divise in base alle commissioni. In questa scuola, che vanta anche ampi spazi esterni, saranno svolti esami all'aperto. «Per i ragazzi con handicap e per uno studente con problemi di allergia ai prodotti sanificanti - conclude la vicepreside Carola - abbiamo allestito l'orale in giardino». E a permetterlo sono stati proprio i collaboratori scolastici che hanno ripulito lo spazio dalle erbacce, sgravando in questo modo la Città metropolitana a cui spetta la cura delle pertinenze verdi delle scuole. Lo spirito è collaborativo, dirigenti, commissari, impiegati fanno da giorni squadra comune. «Abbiamo dovuto rivedere molte abitudini - aggiunge la preside del liceo Classico Giulio Cesare Paola Senesi - anche solo organizzare le aule per le plenarie di commissione con 13 membri non è stato facile per via delle distanze da rispettare». Nello storico istituto di Corso Trieste già da ieri ad ogni persona che entrava a scuola veniva misurata la temperatura. «Non è obbligatorio - conclude la Senesi - ma per una maggiore sicurezza abbiamo deciso di utilizzare i termometri sia per i docenti che per gli studenti quando partiranno gli esami». Al liceo Scientifico Cavour ogni professore ha il suo kit di sicurezza: guanti, mascherine, fogli, penne e matite, per evitare lo scambio degli strumenti di lavoro. E nella frenesia che scandisce l'operato di migliaia di professionisti, su alcuni volti, benché coperti dalle mascherine, si legge negli sguardi un debole timore, la paura di sbagliare qualcosa, di mettere a rischio la propria e l'altrui salute ma anche la voglia di riuscire «A riscattare l'immagine di quest'esame seppur unico nel suo genere perché piegato dal Covid-19 - conclude la preside dello scientifico Righi Monica Galloni - ma dirimente per la vita di migliaia di giovani». 
Camilla Mozzetti


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33

I più letti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL