FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3955461
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Maturità, ci sarà solo l’orale. Tutti interni i commissari

Maturità, ci sarà solo l’orale. Tutti interni i commissari

Azzolina firma l’ordinanza. "Speriamo che la prova possa essere in presenza"

19/04/2020
Decrease text size Increase text size
la Repubblica

ROMA — La maturità d’emergenza avrà una commissione di docenti interni con il solo presidente esterno. Venerdì sera la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha firmato l’ordinanza attuativa del decreto legge del 6 aprile e ha ripetuto: «L’esame di Stato sarà serio, ma terrà conto delle difficoltà della situazione. Gli studenti saranno valutati da chi ne conosce il percorso scolastico».

Si va delineando, dunque, la fisionomia dell’esame di Maturità 2020 che impegnerà 463 mila studenti nell’anno dell’emergenza Covid. La scorsa stagione in ogni commissione d’esame c’erano quattro membri esterni, incluso il presidente, e tre interni.

Non c’è ancora l’ufficialità, ma, come ha scritto Repubblica lo scorso 31 marzo, è chiaro che non si ritornerà a scuola fino alla fine dell’anno. L’esame di Maturità, quindi, vedrà saltare le due prove scritti iniziali e sarà affidato a un orale «più robusto e corposo» che potrà durare anche un’ora e prevedere esercitazioni scritte e traduzioni. Il colloquio sarà impostato su tutto il programma scolastico, ma terrà conto che la seconda parte è stata svolta a distanza. Potranno esserci richieste di approfondimento dell’esperienza fatta in Alternanza scuola lavoro (per chi l’ha fatta).

È ancora da stabilire quanto peserà l’orale, ma i tecnici hanno suggerito alla ministra di farlo valere 60 dei 100 punti totali. E, ancora, si deve decidere se sarà una prova in presenza o in remoto: «Speriamo sia dal vivo», ha detto Azzolina. L’ordinanza prevede che «ciascun consiglio di classe» designi «i commissari anche riunendosi con modalità a distanza». La questione "100 e lode", e attribuzione di premi in denaro, è in corso di revisione.

Lo scorso anno l’Esame di Stato di quinta superiore fu superato da una percentuale altissima di studenti, il 99,7 per cento. L’anno precedente fu il 99,6. L’esame di Terza media, quest’anno, sarà costituito solo dalla tesina. Le prove scritte sono state abolite.

"Gli studenti in questo anno particolare devono essere valutati da chi conosce bene il loro percorso"


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33

I più letti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL