FLC CGIL
Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

http://www.flcgil.it/@3763099
Home » Rassegna stampa » Nazionale » L'Espresso: IL PROF. REMA CONTRO? DENUNCIALO AL TELEFONO

L'Espresso: IL PROF. REMA CONTRO? DENUNCIALO AL TELEFONO

IL PROF. REMA CONTRO? DENUNCIALO AL TELEFONO (Da 'L'ESPRESSO' del 15 Novembre 2001 articolo di Marco DAMILANO) Occhi alle scuole. E' lì, tra i banchi che si annidano disfattisti, manipolatori ...

11/11/2001
Decrease text size Increase text size
L'Espresso

IL PROF. REMA CONTRO? DENUNCIALO AL TELEFONO
(Da 'L'ESPRESSO' del 15 Novembre 2001 articolo di Marco DAMILANO)

Occhi alle scuole. E' lì, tra i banchi che si annidano disfattisti, manipolatori di coscienze, agit-prop del comunismo internazionale. Con la scusa di fare lezione parlano male del Cavaliere: Attentano all'unità della nazione. Puniscono gli studenti che osano ribellarsi.
A rilevarlo, prove alla mano, è il deputato di Forza Italia Fabio Garagnani. Che nei giorni scorsi ha pubblicato un appello: telefonatemi per denunciare chi fa propaganda in classe.
L'idea è stata un successone. 'Cinquanta chiamate in due giorni da tutta Italia' esulta l'onorevole. Tutte rigorosamente anonime. In confronto, il senatore americano Joseph Mc Carthy, quello della caccia alle streghe anni Cinquanta, diventa un ingenuo liberale. Ma il Garagnani , 50 anni, ex giovane promessa democristiana, approdato nelle file azzurre dopo un lungo girovagare tra Casini e Buttiglione, fa sul serio: ' A San Giovanni in Persiceto, provincia di Bologna, in un Liceo Scientifico la professoressa di Inglese ha letto in classe un giornale della sinistra britannica che denigrava Berlusconi. Quando me l'hanno raccontato non ci potevo credere. Poi ho chiesto in giro. E ho scoperto che il fenomeno è diffuso. Così sono passato all'azione'.
C'è un numero di cellulare, risponde gentilissimo l'addetto stampa del deputato, prende nota e promette interessamento. Garagnani snocciola un primo elenco di malefatte: 'A Verona, Liceo Scientifico, un insegnante di Latino attacca Berlusconi. A Cuneo, Liceo Artistico, un prof. di italiano ha detto di essere dalla parte dei Talebani. A Bergamo, Liceo Classico, un alunno ha protestato perché un docente mette in dubbio la maturità degli elettori di centro-destra. Devo continuare ? '. Prego, continuiamo. 'A Lecce, all'istituto per il turismo, la professoressa di matematica ha detto che la destra è guerrafondaia'..'. Nientemeno. 'Già. E a Bologna hanno proiettato un video contro il governo e a favore delle tute bianche':
Il deputato non è nuovo a queste trovate. Da consigliere regionale dell'Emilia-Romagna, ha proposto di istituire una commissione di studio sulla violenza politica negli anni 1944-48. Due anni fa ha chiesto al sindaco Guazzaloca di rompere la collaborazione con Jovanotti, schierato a sinistra. Ma Garagnani si difende: 'Sono un uomo del Duemila io. E' un problema deontologico: la libertà di insegnamento va garantita, ma non può essere confusa con la propaganda politica'. E aule e cortili si popolano di spioni ? 'La scuola è piena di insegnanti extraparlamentari e sessantottini che abusano della cattedra. Genitori e studenti sono spaventati ma non possono parlare'. A difenderli ora ci penserà Garagnani. Cari prof. attenti a quel che dite.