FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3766109
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Il Nuovo-La Moratti in classe. In milioni di copie

Il Nuovo-La Moratti in classe. In milioni di copie

La Moratti in classe. In milioni di copie Il ministro dell'Istruzione fa partire la più grossa operazione di marketing del governo. Un libro diffuso nelle scuole e sui giornali per rispondere al...

06/04/2002
Decrease text size Increase text size
Il Nuovo

La Moratti in classe. In milioni di copie

Il ministro dell'Istruzione fa partire la più grossa operazione di marketing del governo. Un libro diffuso nelle scuole e sui giornali per rispondere alle "menzogne" dette sulla sua riforma.
di Alberico Giostra
Casini: "La scuola pubblica va valorizzata"

ROMA - Un depliant per ristabilire la verità. Venti pagine per rimettere i puntini sulle "i" della riforma Moratti. Viene descritta così al Ministero dell'Istruzione quella che dopo gli Stati Generali di Dicembre (e dopo il libro preelettorale di Berlusconi) è la più importante operazione di "marketing" politico a favore della riforma della scuola messa in campo dal governo Berlusconi.

Un gruppo di lavoro di sei esperti ha preparato un piccolo libro bianco che - precisano a Viale Trastevere - "intende rispondere punto per punto alle deformazioni e alle menzogne propalate da mass media e sindacati sulla riforma Moratti".

Sarà distribuito in milioni di copie mercoledì o giovedì della prossima settimana allegandolo ad alcuni quotidiani e settimanali. Il depliant conterrà una serie di precisazioni su tempo pieno, sul cosiddetto "doppio canale", sull'ingresso anticipato, sulle materie facoltative e obbligatorie, sui poteri delle regioni e programmi, sugli esami di maturità, sulla scuola-azienda e sulla scuola comunità, sui tagli di cattedre, e tante altre cose ancora.

Tutti argomenti sui quali, secondo lo staff della Moratti, "l'opposizione ha prodotto falsificazioni e caricature e per far capire che contrariamente a quanto dice Cofferati, questa riforma è concepita per costruire e non distruggere".

L'uscita del depliant pro-riforma avverrà quasi in coincidenza con l'inizio dell'esame del testo di legge di riforma al Senato previsto per martedì e segna in un certo senso la ripresa dell'iniziativa del dicastero di Viale Trastevere, proprio mentre alcune nubi sembravano addensarsi sul destino della riforma voluta dalla Lady di ferro.

Voci, indiscrezioni su presunti attriti con il Tesoro circa la copertura finanziaria che a Viale Trastevere smentiscono senza esitazione, così come vengono smentiti i boatos che vorrebbero rimandata all'anno scolastico 2003/4 la definitiva adozione della riforma. Ma il depliant in uscita la prossima settimana non è l'unica operazione mass mediale prevista dalla Moratti.

Il Ministero dell'Istruzione ha appena perfezionato un'intesa con la cattedra di Comunicazioni di Massa dell'Università Roma Tre, il titolare è Giampiero Gamaleri, per elaborare un prontuario di domande e risposte dotato di una particolare efficacia comunicativa nell'illustrare le virtù della nuova scuola e che sarà destinato in particolare alle famiglie.

A seguire sarà indetta la Conferenza dei dirigenti regionali, quella dei dirigenti dei CSA e infine quella dei presidenti delle consulte studentesche. Il commento di Stefano D'Errico dell'Unicobas sul depliant in arrivo per la prossima settimana: "i bugiardi patentati di questo Ministero non possono dare lezioni di verità".