FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3762891
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Il Messaggero - Scuola, sciopero e cortei dei Cobas

Il Messaggero - Scuola, sciopero e cortei dei Cobas

ROMA - Nella Capitale la manifestazione nazionale dei Cobas, l'ala oltranzista dei professori, a Bologna, Palermo, Pescara e in altre città cortei con professori e studenti. "La scuola della Moratti...

01/11/2001
Decrease text size Increase text size
Il Messaggero

ROMA - Nella Capitale la manifestazione nazionale dei Cobas, l'ala oltranzista dei professori, a Bologna, Palermo, Pescara e in altre città cortei con professori e studenti. "La scuola della Moratti non ci piace, è peggio dell'antrace", hanno scandito gli insegnanti che a conclusione del corteo romano si sono attestati sotto le finestre del ministero della Pubblica istruzione. Secondo la stima degli organizzatori nella capitale i manifestanti erano circa 50 mila. "In Italia complessivamente siamo arrivati a 70-80 mila - afferma Piero Bernocchi, dell'Esecutivo nazionale Cobas - mentre il 35-40% dei colleghi ha scioperato. Se Cgil e Gilda, invece di dividere la categoria, fossero stati qui avremmo battuto il record del 17 febbraio 2001 e avremmo portato in piazza tutta la scuola". Critiche anche al centrosinistra che, secondo Bernocchi, "ha teorizzato la scuola-azienda".
Intanto, dalla Finanziaria arrivano altri soldi per la scuola: 70 miliardi per favorire l'auto-aggiornamento dei docenti. L'emendamento presentato dal responsabile scuola di Alleanza Nazionale, Giuseppe Valditara, prevede che i professori potranno chiedere il rimborso di spese sostenute: dai libri ai computer, ai corsi di lingua.