FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3852793
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Diritti in piazza: Pantaleo (Flc) “Cerchiamo l’unità d’azione. Ma la timidezza di altri non ci condizionerà”

Diritti in piazza: Pantaleo (Flc) “Cerchiamo l’unità d’azione. Ma la timidezza di altri non ci condizionerà”

"Diritti in piazza con la CGIL". “Stiamo lavorando insieme agli altri sindacati ad una grande manifestazione nazionale e, in assenza di riscontri reali, chiederemo a tutti di arrivare allo sciopero generale”.

27/09/2008
Decrease text size Increase text size

(U.S. Cgil) –Roma, 27 sett- “Stiamo lavorando insieme agli altri sindacati ad una grande manifestazione nazionale e, in assenza di riscontri reali, chiederemo a tutti di arrivare allo sciopero generale”. E ancora “Questo governo promuove un modello di società autoritario, nel quale non c’è posto per i grandi soggetti della rappresentanza sociale, e tantomeno per qualsiasi forma di partecipazione democratica”.

Mimmo Pantaleo, Segretario generale nazionale della Flc è molto netto nel giudizio sulla cifra culturale di questo governo. E, nel suo comizio che ha chiuso la manifestazione di Brindisi, aggiunge che “questo sindacato e questo Paese non lo permetteranno”.

La serata settembrina è piacevole e la piazza Vittoria è gremita, 15 pullman dalla provincia e tanta, tanta gente comune è venuta ad ascoltare le ragioni della Cgil nella giornata dei Diritti in piazza, indetta per cambiare le scelte sbagliate del Governo.

Ci sono circa 2500 persone, lavoratori, precari, giovani, disoccupati. Mimmo Pantaleo è stato da poco eletto alla guida del sindacato dei lavoratori della scuola, dell’università e della ricerca e le sue prime frasi sono per la ministra dell’Istruzione.

“La Ministra Gelmini pensa di poter destrutturare l’intero sistema della scuola pubblica cancellando le esperienze più significative, a partire dalla scuola dell’infanzia, accentuando le disuguaglianze e tornando alle vecchie divisioni di classe” dice il numero uno della Flc che però assicura l’impegno della Cgil: “Per contrastare queste scelte chiederemo a tutti i protagonisti, operatori della conoscenza, studenti e genitori di scendere in piazza con noi”.

“Stiamo lavorando insieme agli altri sindacati ad una grande manifestazione nazionale –ribadisce Pantaleo- e in assenza di riscontri reali chiederemo a tutti di arrivare allo sciopero generale”.

“I tempi per reagire sono stretti e noi siamo impegnati con tutte le nostre forze a cercare l’unità di azione con Cisl e Uil. Sia chiaro a tutti, però, -scandisce Pantaleo concludendo- che non possiamo lasciarci condizionare dalle eventuali timidezze altrui”.


La nostra rivista online

Servizi e comunicazioni

Seguici su facebook
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33

I più letti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL