FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3764475
Home » Rassegna stampa » Nazionale » da Fuoriregistro-Destra di casa nostra

da Fuoriregistro-Destra di casa nostra

di Corrada Cardini - 24-12-2001 Forse c'eravamo illusi, forse credevamo di avere esorcizzato una volta per tutte il profondo, limaccioso sedimento del pensiero di destra, in Italia: Come devono av...

24/12/2001
Decrease text size Increase text size
Fuoriregistro

di Corrada Cardini - 24-12-2001

Forse c'eravamo illusi, forse credevamo di avere esorcizzato una volta per tutte il profondo, limaccioso sedimento del pensiero di destra, in Italia: Come devono avere sofferto, in questi anni, questi mediocri ma arroganti epigoni del pensiero reazionario e clericale che a suo tempo con tanta naturalezza ha potuto coagularsi intorno al fascismo!Come devono essersi sentiti frustrati mentre vedevano gli intellettuali e gli artisti di sinistra che monopolizzavano il mondo della cultura!! E come devono avere assistito con soddisfazione alla incredibile quantità di errori che la sinistra andava facendo: la demagogia, i personalismi, la conflittualità permanente fra gruppi e partiti, le rigidità e i trasformismi, l'incapacità di rappresenatre decentemente un credibile blocco sociale che si identificasse con una maggioranza del Paese.

Una delle caratteristiche, temo,della nostra storia politica, è la vocazione reazionaria dei ceti medi imprenditoriali, il loro basso profilo culturale.La democrazia in Italia non è mai diventata un ideale veramente condiviso.Il nostro liberalismo si è ridotto ad essere rappresentato da squallidi tecnocrati e faccendieri volpini, il nostro cattolicesimo si è ripiegato su spregiudicate logiche di potere, e mentre parassita sui credenti di buona volontà, resta ben centrato sull'eterno obiettivo di esercitare sulla nostra vita politica, magari indirettamente, quel potere temporale a cui tanto malvolentieri hanno dovuto rinunciare ai tempi di Cavour e del suo tanto disatteso motto:"LIBERA CHIESA IN LIBERO STATO" e che altrove non gli è permesso di esercitare. E' vero, cara signora Letizia, alis Joy Moratti, nel nostro paese ci sono delle anomalie:

- Non si è mai affermato un pensiero liberale laico e progressivo, e il pensiero conservatore è regolarmente degenerato in reazione.

- Abbiamo prodotto un regime fascista che lo dimostra

- Abbiamo prodotto un governo Berlusconi che lo dimostra.

- Abbiamo gli insegnanti di religione nella scuola pubblica, scelti dalle diocesi e pagati dallo Stato e mentre si parla di eliminare dai curricoli alcune discipline di chiaro valore didattico-formativo, si vogliono mettere di ruolo questi anomali docenti che dovrebbero esercitare la loro rispettabilissima opera di formatori, in piena libertà, nelle apposite strutture della Chiesa Cattolica, come avviene per le altre religioni..E anche questo lo dimostra.