FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3765105
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Corriere it. - Scuola, via libera alla riforma Moratti

Corriere it. - Scuola, via libera alla riforma Moratti

. Scuola, via libera alla riforma Moratti Il ministro: "Rispetta il passato ma è anche innovativa" Scuola, via libera alla riforma Moratti Sì del consiglio dei ministri dopo le prime remore....

01/02/2002
Decrease text size Increase text size
Corriere della sera

. Scuola, via libera alla riforma Moratti
Il ministro: "Rispetta il passato ma è anche innovativa"
Scuola, via libera alla riforma Moratti
Sì del consiglio dei ministri dopo le prime remore. Berlusconi: "È il primo intervento organico dai tempi di Gentile".

Letizia Moratti (Olympia)
ROMA - La riforma della scuola tramite la legge delega è stata illustrata dal premier Silvio Berlusconi in una conferenza stampa al termine della riunione del Consiglio dei ministri di venerdì mattina. In precedenza il Consiglio dei ministri aveva approvato il disegno di legge delega di riforma della scuola proposto dal ministrio Moratti. La delega approvata non contiene modifiche rispetto al precedente testo che non era stata approvato al Consiglio dei ministri dell'#3911; gennaio, dove erano emerse varie riserve.

BERLUSCONI: "MAI LAVORATO TANTO" - "Abbiamo raccolto iniziali remore sulla riforma della scuola, ma alla fine è stata trovata l'intesa su una formula che ci ha soddisfatto", ha detto Berlusconi. "Non ho mai lavorato così tanto in vita mia. La fatica è tantissima. Speriamo di reggere. La seduta è stata, come sempre, laboriosa. C'è un attivismo ambizioso ed encomiabile, ma che comporta una serie infinita di documenti da leggere. Sembra che le notti non siano sufficienti a leggere tutti i documenti. Io insisto a non far passare nulla che non conosca in dettaglio. Questa è una condanna che continuerà nel tempo", ha spiegato il capo del governo. "Si tratta di un'operazione strategica, di una riforma organica di tutto il settore. Dopo quella Gentile, ecco la riforma Moratti che è partita dal basso. Una riforma organica della scuola così non ricordo che sia stata mai fatta da 70 anni a questa parte", ha spiegato Berlusconi. "Mai c'è stato un coinvolgimento così attento di tutte le realtà della scuola". Ha poi aggiunto il ministro Moratti: "La riforma della scuola rispetta in pieno la tradizione dell'educazione classica del nostro Paese, ma è anche molto inniovativa, in particolare nel rapporto con il mondo del lavoro".

"CONSIGLI DA CASA" - "C'è stata la partecipazione di tutti come vecchi studenti, vecchi universitari, come padri di famiglia e qualcuno anche in qualitá di nonno", ha fatto notare Berlusconi. "Tutti hanno portato a casa la discussione sulla riforma della scuola e sono tornati arricchiti di consigli delle mogli che, come tutte le donne, hanno una maggiore capacità di intuizione e una maggiore sensibilità. Ognuno di noi ha cercato di dare il proprio contributo per realizzare una scuola che dovrà formare i nostri giovani, gli italiani del domani. E dar loro la possibilità di formarsi, di trovare un lavoro e di realizzarsi non solo nel nostro Paese, ma anche in Europa e nel mondo".

1 febbraio 2002