FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3952277
Home » Rassegna stampa » Nazionale » Colpo all’Invalsi Tolto l’obbligo in terza media

Colpo all’Invalsi Tolto l’obbligo in terza media

u spinta del Movimento 5 Stelle, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha accettato di inserire nello schema di decreto legge sulla scuola che sarà portato in Consiglio dei ministri (oggi o il 9 agosto) due novità sui test

31/07/2019
Decrease text size Increase text size
la Repubblica

Corrado Zunino

L’Invalsi ancora ridimensionato dal governo. Su spinta del Movimento 5 Stelle, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha accettato di inserire nello schema di decreto legge sulla scuola che sarà portato in Consiglio dei ministri (oggi o il 9 agosto) due novità sui test che fotografano lo stato di preparazione dei nostri studenti. Nel decreto si certifica che anche in terza media l’Invalsi non sarà più obbligatorio per accedere all’esame di Stato. Dall’anno scolastico 2017-2018 i test al computer di italiano, matematica e inglese non sono più parte dell’esame, ma sono rimasti condizione indispensabile per esservi ammessi. Ora il decreto ne toglie l’obbligatorietà. Lo stesso schema legislativo conferma che il test Invalsi di quinta superiore non sarà più prova necessaria per la Maturità: era così già per l’anno scolastico appena concluso, il Miur ha deciso di trasformare la sperimentazione in un atto definitivo.

I risultati delle prove Invalsi nazionali venti giorni fa hanno certificato come il 35 per cento degli studenti di terza media abbia difficoltà a comprendere un testo in italiano. L’opposizione politica e gli stessi tecnici dell’Istituto di valutazione fanno notare che mettere in continua discussione il sistema che misura lo stato di salute delle nostre scuole «rischia di portarci fuori dalle misurazioni riconosciute su un piano internazionale ».