FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3841163

Personale ATA

17/10/2007
Decrease text size Increase text size

Per sostenere la conoscenza del proprio contratto da parte di tutti i lavoratori, in questo spazio sono pubblicate le domande più frequenti sull' Ipotesi di accordo CCNL scuola 2006-2009 firmata il 7 ottobre 2007. In particolare, affrontiamo i temi riguardanti il personale ATA.
Le risposte sono curate dai nostri esperti del Dipartimento contrattazione.
Altri temi nella sezione FAQ dello speciale "Contratto scuola 2006/2009".

Ultimo aggiornamento 17 ottobre 2007.

___________________

Indice

  1. Diritto alla mensa gratuita per il collaboratore scolastico

  2. Incarichi a tempo determinato e titolarità della sede

  3. L’importo delle ritenute previdenziali

  4. I titoli dell’Assistente tecnico

  5. L’inquadramento dei Dsga

___________________

1. Diritto alla mensa gratuita per il collaboratore scolastico

D. Con il nuovo contratto da quale mese abbiamo diritto alla mensa gratuita?

Grazie.

Un gruppo di collaboratori scolastici di Catania

R. Dal giorno successivo alla firma definitiva del contratto (art. 1, comma 3 dell’ipotesi di contratto, consultabile su questo sito).

2. Incarichi a tempo determinato e titolarità della sede

D. L'art. 59 del nuovo contratto stabilisce che, dopo tre anni di incarichi a tempo determinato il personale non perderà più il diritto al ruolo, ma solo alla titolarità della sede.

Confermate?

Rita

R. Si. La sua interpretazione è corretta. Il limite di tre anni va intesto come limite massimo entro cui si ha diritto a mantenere la titolarità.

3. L’importo delle ritenute previdenziali

D. Nella risposta a un quesito in questo stesso spazio evidenziate un'aliquota di ritenute ass.li e previdenziali di 11,15%; a me risulterebbe, invece, 9,15% (8,80 INPDAP dipendente e 0,35 Fondo credito), almeno per quello che riguarda il personale degli Istituti Superiori.

Mi sbaglio?

Lorenza, ass.te amm.vo ISA Venturi di Modena

R. Dai suoi calcoli manca la ritenuta per il TFR (ex opera di previdenza) pari al 2%.

4. I titoli dell’Assistente tecnico

D. Sono un Assistente Tecnico supplente annuale nelle aree AR08 e AR23. Vorrei sostenere un corso regionale che mi permetterebbe di accedere all'area AR02. Noto però che, con il nuovo C.C.N.L. 2006-2009, il titolo di studio valido per gli Ata è esclusivamente il diploma di maturità.

La mia domanda è: i corsi regionali sono ancora da ritenersi validi oppure si deve essere in possesso del diploma di maturità specifico per accedere all'area AR02?

R. No. Tuttavia, coloro che sono già nel sistema di reclutamento della scuola non devono temere per il loro futuro lavorativo nella scuola. L’ipotesi di Ccnl, infatti, nel prevedere l’innalzamento dei titoli di accesso ha fatto salve le posizioni di chi è già in graduatoria.

Un consiglio: acquisisca ugualmente il titolo professionale. Potrebbe comunque esserle utile per la mobilità orizzontale o verticale una volta che avrà ottenuto il contratto a tempo determinato.

5. L’inquadramento dei Dsga

D. C’è la possibilità che anche i Dsga assunti dal 1 settembre 2000 possano essere inquadrati secondo gli anni di servizio? Se così non fosse sarebbe una vera anomalia.

A proposito dell'indennità di direzione chiedo da quando decorreranno i benefici della parte variabile.

A proposito del fondo di istituto si può andare oltre lo sbarramento (100 ore possono essere troppe per alcuni istituti e poche per altri)?

Nicola

R. Secondo la FLC i Dsga che hanno ottenuto il passaggio di profilo prima del 1 settembre 2000 hanno diritto al riconoscimento dell’anzianità maturata a quella data. È quanto abbiamo sostenuto durante la trattativa contrattuale. Ma il contratto, come si sa, è scritto a più mani (6 per la precisione) e c’è anche la mano del padrone e purtroppo questa nostra richiesta (come altre sul personale Ata: riduzione settimanale a 35 ore, definizione chiara dell’orario degli assistenti tecnici, miglioramento del trattamento economico del personale precario, ecc) non è stata accolta.

Una nostra dichiarazione a verbale sarà allegata al testo definitivo del Ccnl per ribadire alla controparte che non intendiamo dare per persa questa partita.

Per quanto riguarda i quesiti sull’aggiornamento dell’indennità variabile e l’accesso al fondo del Dsga (100 ore) se ne discuterà in sede di sequenza contrattuale. In quell’occasione saranno anche decise le decorrenze.