FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3841197
Home » Pagine Web » Faq ipotesi di accordo CCNIL Scuola 2006/2009 » Benefici economici per il personale in pensione

Benefici economici per il personale in pensione

24/10/2007
Decrease text size Increase text size

Per sostenere la conoscenza del proprio contratto da parte di tutti i lavoratori, in questo spazio sono pubblicate le domande più frequenti sull' Ipotesi di accordo CCNL scuola 2006-2009 firmata il 7 ottobre 2007. In particolare, affrontiamo i temi riguardanti il personale in pensione.
Le risposte sono curate dai nostri esperti del Dipartimento contrattazione.
Altri temi nella sezione FAQ dello speciale "Contratto scuola 2006/2009".

Ultimo aggiornamento 24 ottobre 2007.

___________________

Indice

  1. In pensione dal 1.9.2007. Cosa mi spetta ai fini economici del nuovo contratto?

  2. In pensione dal 1.9.2007. Con il nuovo contratto avrò un aumento sull'importo mensile della pensione?

  3. L'incremento contrattuale per chi è andato in pensione

___________________

1. In pensione dal 1.9.2007. Cosa mi spetta ai fini economici del nuovo contratto?

D. Sono un'insegnante di scuola media in pensione dal 1/9/2007 con 39 anni di anzianità. Gradirei sapere cosa mi spetta ai fini economici del nuovo contratto.

Grazie Gabriella

R. Sono molto diversi i calcoli pensionistici per ogni singolo lavoratore ed è meglio fare i conteggi nelle sedi sindacali con la documentazione appropriata, perché in realtà i pensionamenti vanno presi in considerazione a seconda dell'anno di collocamento a riposo e della carriera. Certo è che ognuno avrà quanto di competenza.

Nell'esempio in questione, pensionato all'1/9/2007, la situazione è la seguente:

  • verranno dati gli arretrati degli aumenti che decorrono dall'1/1/2006 (13 mensilità)

  • verranno dati gli arretrati che decorrono dal 1/2/2007 (7 mensilità) più una mensilità dell'aumento al 1/1/2007, più 1/12 dell'aumento all'1/1/2007, più 7/12 dell'aumento che decorre dall'1/2/2007.

  • verranno corrisposti gli arretrati dell'aumento RPD: aumento dell'ultimo scaglione RPD per 20.

  • l'assegno pensionistico verrà ri-adeguato a gennaio 2008 sulla base del nuovo stipendio a regime (nel caso in questione dovrebbe essere quello dell'ultimo scaglione: 35 anni) sapendo che la pensione avrebbe dovuto essere maggiorata già da settembre 2007 e di conseguenza dovranno essere attribuiti anche 4 mesi di arretrati dell'incremento dell'assegno pensionistico.

2. In pensione dal 1.9.2007. Con il nuovo contratto avrò un aumento sull'importo mensile della pensione?

D. Sono un'insegnante in pensione dal 1.09.2007. Desidererei sapere se oltre agli arretrati, previsti nel nuovo contratto per il biennio economico 2006/2007, mi spetta anche un aumento sull'importo mensile della pensione e se tale aumento influirà sulla mia liquidazione.

R. Il comma 2 dell'art. 81 prevede che i benefici economici siano corrisposti alle scadenze e negli importi previsti anche al personale cessato dal servizio nel periodo di vigenza contrattuale. Quindi nel suo caso le spettano sia gli arretrati sugli aumenti maturati alla data del 1 settembre 2007, sia i conseguenti benefici sia sul trattamento pensionistico che sul TFS.

3. L'incremento contrattuale per chi è andato in pensione

D. Sono un'insegnante di scuola primaria, in pensione dal 01.09.2007 con 35 anni di servizio. Gradirei sapere se i benefici economici del nuovo contratto mi spettano per intero e in che misura approssimativamente incideranno sull'importo mensile della pensione.

R. Come stabilito dall'art. 81 dell'ipotesi di CCNL, gli incrementi stipendiali a regime sono valutabili ai fini del calcolo della pensione di coloro che sono stati collocati in quiescenza nel biennio contrattuale di riferimento (2006/2007). Per quanto riguarda gli arretrati le verranno corrisposti quelli spettanti fino all'ultimo giorno di servizio. Per quanto riguarda l'incidenza sulla pensione occorre conoscere la posizione salariale in godimento al momento del pensionamento e rifare il calcolo considerando anche gli aumenti: approssimativamente l'incremento dovrebbe incidere per circa un 5%.