FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3952309
Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Internalizzazione del personale ex LSU e altri appalti, Sinopoli: mantenere inalterati i livelli occupazionali e potenziare gli organici ATA

Internalizzazione del personale ex LSU e altri appalti, Sinopoli: mantenere inalterati i livelli occupazionali e potenziare gli organici ATA

Comunicato stampa di Francesco Sinopoli, Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL.

01/08/2019
Decrease text size Increase  text size

“È positivo che sia stato convocato oggi 1° agosto 2019 al MIUR un tavolo di confronto sull’internalizzazione del personale ex LSU”, scrive il segretario generale della FLC CGIL, Francesco Sinopoli, “che dal 1° gennaio 2020 transiterà nei profili ATA. Ci aspettiamo che il MIUR ed il Governo si adoperino per trovare le giuste soluzioni per mantenere inalterati i livelli occupazionali di questi lavoratori e queste lavoratrici: la loro internalizzazione è un elemento decisivo per l’innalzamento della qualità dell’offerta formativa e per la costruzione di una vera “comunità educante” come declinata nel Ccnl”.

“Per questo chiediamo soluzioni inclusive a tutela dei diritti e del lavoro svolto in questi anni” prosegue Sinopoli.
Inoltre, “il Governo non dimentichi il personale ex co.co.co. che per effetto di un’altra norma di legge è transitato nell’organico scolastico vedendosi ridurre lo stipendio, da 1.100 euro a 670 euro mensili. La stabilizzazione non può trasformarsi in un’ingiustizia così grave per i lavoratori e per le loro famiglie. Diritti e retribuzioni vanno equiparati”.

“Su tutto”, conclude il segretario della FLC CGIL, “grava il tema più generale dell’organico ATA: bisogna potenziare le scuole attraverso l’attribuzione di un organico numericamente adeguato con un piano straordinario di assunzioni per la copertura di tutti i posti liberi; bisogna puntare alla formazione in servizio ed a strumenti contrattuali di progressione di carriera”.