FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3890986
Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Reclutamento: il Ministro Profumo si esprima sulla norma incostituzionale Formigoni-Aprea

Reclutamento: il Ministro Profumo si esprima sulla norma incostituzionale Formigoni-Aprea

Comunicato stampa di Domenico Pantaleo, Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL.

04/04/2012
Decrease text size Increase  text size

Il Ministro Profumo deve immediatamente esprimere un parere negativo sulla legge regionale approvata dal Consiglio Regionale della Lombardia che permette il reclutamento dei docenti da parte delle singole scuole. Quella norma è  incostituzionale perché il reclutamento è  materia delegata alla legislazione nazionale.

Si potrebbero determinare discriminazioni e messa in discussione della libertà d'insegnamento.  Deve essere fermata la deriva secessionista della Giunta Lombarda in materia d'istruzione.

Nei prossimi giorni è convocato il tavolo di confronto sulle nuove norme sul reclutamento e in termini pregiudiziali chiederemo che il Ministro si esprima senza ambiguità su quella legge. Diffidiamo il Ministero a stipulare qualsiasi intesa con la Regione Lombardia per dare attuazione a quella legge. Siamo pronti ad intraprendere tutte le iniziative di mobilitazione e valuteremo come sollevare il profilo di costituzionalità.

Il governo regionale lombardo, dilaniato da una gigantesca questione morale, non ha alcuna credibilità nel proporre un provvedimento che non ha nulla di innovativo ma vuole solo affermare la  privatizzazione del sistema d'istruzione.