FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3885543
Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » 8 ottobre, ridare orgoglio e dignità al lavoro pubblico

8 ottobre, ridare orgoglio e dignità al lavoro pubblico

Comunicato stampa di Domenico Pantaleo, Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL.

30/09/2011
Decrease text size Increase  text size

Con la manifestazione nazionale dell'8 ottobre, promossa dalla CGIL, dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL e dalla Funzione Pubblica CGIL, vogliamo ridare orgoglio e dignità al lavoro pubblico umiliato da un Governo autoritario, arrogante e moralmente impresentabile. La qualità della vita e il valore del lavoro saranno al centro dell'iniziativa di lotta per ridare fiducia alle persone e costruire una alternativa politica e sociale.

Abbiamo scelto come parola d'ordine "pubblico è futuro" per esprimere il radicale dissenso sulle manovre finanziarie, inique e recessive, con le quali il Governo ha bloccato i contratti pubblici, tagliato la spesa sociale e colpito pesantemente i diritti dei lavoratori.

Lavoro, democrazia e diritti sono i terreni su cui vogliamo ricostruire l'Italia del futuro. La manifestazione di sabato 8 ottobre aprirà la campagna per le elezioni delle RSU in tutto il pubblico impiego, previste per marzo 2012. Quelle elezioni saranno una grande prova di democrazia necessaria per riconquistare il contratto nazionale e il diritto alla contrattazione.

Istruzione, formazione e ricerca pubblica devono tornare ad essere considerati beni comuni necessari per cambiare il modello di sviluppo e garantire la coesione sociale. Con la manifestazione dell'8 ottobre vogliamo raccogliere l'urlo della disperazione dei giovani esclusi, soprattutto nel sud, dal lavoro, dal welfare e dal diritto allo studio e condannati a pagare più di tutti i costi della crisi.

Sarà quindi una grande manifestazione di popolo che unirà i lavoratori pubblici, i giovani, i precari, le associazioni, i movimenti e quanti condividono la nostra voglia di cambiare e hanno fiducia che ciò sia possibile.  

Il corteo partirà alle ore 14 da Piazza delle Repubblica e terminerà in Piazza del Popolo. Interverranno Rossana Dettori, Segretario generale della FP CGIL, Domenico Pantaleo, Segretario generale FLC CGIL e concluderà Susanna Camusso, Segretario generale della CGIL.